Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Agosto - ore 19.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pellegrinaggio a Pagliari, la pioggia non ferma i fedeli

tempo di quaresima
Pellegrinaggio a Pagliari, la pioggia non ferma i fedeli

La Spezia - Nonostante la pioggia battente, un centinaio di persone sono salite questa mattina da Viale San Bartolomeo fino alla chiesa “Regina Pacis” del monastero di clausura delle Carmelitane Scalze di Pagliari, per il pellegrinaggio mariano del primo sabato del mese.
Nell’omelia, il vescovo Luigi Ernesto Palletti ha commentato la pagina del vangelo odierna, con la parabola del figliol prodigo. «E’ una pagina tra le più famose del vangelo, anche se riportata solo da Luca, con la sua grande abilità descrittiva, quasi pittorica".
"Di che cosa parla il vangelo di oggi? Della negatività del peccato, della necessità di conversione, dell’altro figlio che, pur stando nella casa del Padre, non ha capito. Ma – sottolinea Palletti - la parabola è la risposta di Gesù ai farisei e agli scribi, che mormoravano: "Costui riceve i peccatori e mangia con loro”. Oggi il Vangelo ci ha insegnato che Gesù accoglie e mangia coi peccatori. Gesù si è fatto vicino a noi perché noi abbiamo bisogno della Sua misericordia. Ma noi accettiamo che Gesù entri nella nostra vita e che mangi con noi? Significa accettare un’immagine di Dio diversa dalla nostra. Gesù mangia coi peccatori.  I farisei se ne erano accorti, per scandalizzarsene, noi non c'è ne accorgiamo, mentre dovremmo riscoprirci peccatori, e convertirci". 

"La conversione del figlio significava, nelle sue intenzioni, tornare a casa da servo. Ma a casa c'è il cuore di Dio, Padre che ama. La conversione è lo strumento con cui vogliamo rimettere a posto le cose. Ma poi c’è la misericordia di Dio, c’è Gesù che accoglie. La conversione è la risposta che dobbiamo al Vangelo. Riscopriremo così la relazione vera di amore e di contemplazione del Padre che sta nei cieli".
"In questo tempo di Quaresima, facciamo esperienza di essere accolti, e, a nostra volta, accogliamo: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”".
Il vescovo ha infine ricordato il motivo principale dei pellegrinaggi mariani, che è la richiesta di vocazioni, in particolare sacerdotali per la chiesa locale. Al pellegrinaggio hanno partecipato anche alcuni giovani studenti del seminario carmelitano di Arenzano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pellegrinaggio a Pagliari
Pellegrinaggio a Pagliari


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News