Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 15.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Papa Francesco e la Chiesa del domani

Papa Francesco e la Chiesa del domani

La Spezia - Riceviamo dalla Diocesi

«La gioia del Vangelo»: è stata dedicata alla prima enciclica di Papa Francesco, pubblicata nel 2013 con il titolo latino di «Evangelii Gaudium», la catechesi che ha tenuto nella chiesa di San Pietro a Mazzetta monsignor Guido Marini, volto notissimo ai telespettatori di tutto il mondo per essere stato il cerimoniere di Benedetto XVI ed ora di Francesco, quindi sempre accanto al Papa in ogni celebrazione, in Italia e all’estero. Ad invitarlo a Mazzetta in questo mese di maggio appena concluso è stato il parroco don Sergio Lanzola, che conosce monsignor Marini da quando entrambi erano segretari vescovili in Liguria: Marini dell’arcivescovo di Genova, Lanzola del vescovo della Spezia. Prendendo la parola in San Pietro di Mazzetta dopo aver celebrato la Messa, il cerimoniere pontificio ha tenuto una catechesi articolata ed interessante, ricca di riferimenti storici e teologici. Il primo spunto è stato un episodio della vita di Don Bosco, quando il fondatore dei Salesiani rimproverò alcuni ragazzi per aver gridato “Viva Pio IX”. Non per l’acclamazione, s’intende, ma per aver detto il nome, e non invece “Viva il Papa”. «Il Papa – ha commentato Marini – non è per i cristiani qualcuno per cui si può provare più o meno simpatia. Il Papa va guardato come successore di Pietro e vicario di Cristo, perché nella nostra fede è il fondamento, la roccia e, quindi, comunque sia è il Papa da amare e a cui prestare ascolto quando ci indica la strada che siamo chiamati a percorrere». Venendo all’enciclica, il relatore ha rilevato come in quel primo documento ci sia tutto il pontificato del Papa: «C’è il cuore del Papa, ci sono i suoi desideri per la vita della Chiesa oggi e per la vita della Chiesa nel mondo... Non possiamo essere cristiani prescindendo da questi orientamenti di Papa Francesco». Venendo all’analisi del documento, Marini ne ha analizzato i cinque capitoli, ognuno dei quali indica un passo preciso verso il futuro della Chiesa: la trasformazione missionaria della Chiesa, ovvero la Chiesa in uscita; nella crisi dell’impegno comunitario (contro lo gnosticismo e il neo–pelagianesimo); l’annuncio del Vangelo; la dimensione sociale dell’evangelizzazione; e infine, “o sono missionario o non sono cristiano”. Ma la prima radice dell’evangelizzazione, ha concluso monsignor Marini citando ancora Francesco, è l’amore per Gesù: «E’ l’amore per Gesù la sorgente e la radice di tutti i cinque passi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































La Piazza Sospesa sorgerà tra Via Diaz e il lungomare: vi piace il progetto?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News