Città della Spezia Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Febbraio - ore 14.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Ora di religione, la segue l'84 per cento dei giovani spezzini

La Diocesi: "Calo contenuto negli ultimi trent'anni. La campagna Uaar? Per fortuna i genitori sono saggi".

Ora di religione, la segue l'84 per cento dei giovani spezzini

La Spezia - Nello scorso anno scolastico, l’84 per cento degli studenti della provincia della Spezia, nelle scuole di ogni ordine e grado, ha scelto di avvalersi dell’insegnamento di religione cattolica. Per la precisione, a seguire l'ora di religione sono stati 22.883 studenti su un totale di 27.247. Occorre tenere presente che, da diversi anni a questa parte, sta crescendo in maniera significativa anche nelle scuole spezzine la percentuale di alunni che appartengono a famiglie non italiane, molte delle quali di religione islamica. In tutto gli alunni non italiani sono 3151. Se al totale degli alunni togliessimo tale componente, la percentuale degli alunni che si avvalgono dell’insegnamento della religione cattolica salirebbe all’87 per cento.

"E’ vero che rispetto a trent’anni or sono, quando venne introdotta in Italia la facoltà di scegliere o meno l’insegnamento religioso - commentano della Diocesi spezzina -, c’è stato un leggero calo: in quegli anni si superava il 90 per cento. Ma se teniamo conto dei processi di secolarizzazione in atto, così come della citata presenza sempre più significativa di alunni di religione islamica, appare chiaro che si tratta di un calo molto contenuto. Per di più solo in piccola parte i “non avvalentisi” frequentano la cosiddetta “ora alternativa”. L’ora di religione viene infatti percepita sia dalle famiglie sia dagli alunni come un valore aggiunto ai diversi percorsi scolastici in quanto concorre alla formazione globale del cittadino. I valori proposti dal Cristianesimo, quali l’uguaglianza, la solidarietà, la giustizia, il rispetto dell’altro, la difesa del creato sono ormai divenuti patrimonio per l’intera umanità".

La puntura finale della Diocesi: "Purtroppo c’è chi ritiene, come l’Uaar, Unione atei agnostici e razionalisti, di dover contrastare l’ora di Religione cattolica (QUI la campagna recentemente lanciata dal sodalizio). In nome di una asserita maggiore libertà dei propri figli, i genitori dovrebbero privarli di un’occasione di crescita, rimandando la scelta ad un imprecisato domani, quando magari potrebbe essere troppo tardi. Per fortuna i genitori italiani, nelle loro scelte, continuano a mostrare maggiore saggezza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News