Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Febbraio - ore 16.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nuovo ospedale, la gestione dell'appalto potrebbe tornare ad Asl

Il presidente della Regione Toti: "La gara sarà lanciata entro la primavera e sarà affidata nel giro di un anno. Non ci sarà la permuta del Sant'Andrea: ci sono i 25 milioni necessari".

Le dichiarazioni di Toti

La Spezia - "Il nuovo bando per la realizzazione del nuovo ospedale spezzino sarà pubblicato ragionevolmente entro la primavera, prima della prossima tornata elettorale. Dovremo aggiornarlo con specifiche tecniche e giuridiche perché quello precedente era l'ultimo appalto integrato della storia italiana, firmato in fretta e furia prima delle elezioni regionali del 2015 da parte della passata amministrazione. Il bando sarà emesso sul progetto definitivo attuale, debitamente rivisto, poiché si tratta di una progettazione che oggi è di proprietà pubblica". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, a margine dell'incontro che si è svolto nella sala mensa dell'ospedale Sant'Andrea per la presentazione della bozza del Piano straordinario di transizione per la Asl 5.

In attesa che si realizzi quello che per gli spezzini è ormai un ospedale fantasma la Regione investirà 17 milioni di euro in strutture, macchinari e assunzioni (leggi qui), oltre a 2,5 milioni per la riduzione delle liste di attesa.
Sempre parlando del nuovo appalto, Toti ha spiegato di aver ottenuto l'ok per la procedura semplificata in sede di conferenza Stato - Regioni e che quindi l'aggiudicazione della gara dovrebbe avvenire in meno di un anno. "Entro Natale del 2020 sapremo chi realizzerà il nuovo ospedale del Felettino. Se Pessina dovesse partecipare alla gara? Beh, se ne avrà i requisiti... oggi è ancora in concordato...".
I tempi di durata del cantiere saranno simili a quelli dell'appalto precedente, con l'intenzione dichiarata di cercare di comprimerli un po'.
Alla nostra domanda sulla permanenza degli incarichi di stazione appaltante e direzione lavori a Ire oppure sulla possibilità di un trasferimento in capo ad Asl 5, il presidente ha risposto: "Ci stiamo ragionando, a gennaio vi sapremo dire cosa avremo deciso".
Quel che è certo, invece, è che la permuta del Sant'Andrea non sarà inserita nel contratto d'appalto, grazie allo stanziamento di 25 milioni provenienti dal fabbisogno nazionale per interventi infrastrutturali: "Troveremo un'altra destinazione per questa bella struttura in centro città".
Infine una replica a chi ha accusato la Regione di puntare alla privatizzazione de facto della sanità: "Privatizzazione? Dove sono i privati? La gara per Erzelli è andata deserta e non vedo la coda di aziende che mi tira per la giacca... In Liguria la sanità è pubblica. Il Felettino è un progetto pubblico e lo resterà. Semmai è stato il centrosinistra a sperimentare per primo la privatizzazione della sanità, come è accaduto ad Albenga, sove sono ancora in corso le vertenze legali... Noi stiamo facendo un lavoro lineare e pulito. Si noti che le nostre fughe vanno verso le strutture private lombarde. Solo il Pd ha paura dei privati, ma solamente dove si trova all'opposizione. Dove è in maggioranza ci collabora eccome!".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News