Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre - ore 22.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nessuna risposta, stato d'agitazione alla Mazzini

Sindacati pronti alla protesta se non si trova una concertazione fra le parti: "La quasi totalità dei ricoverati è risultata positiva al Covid-19, nonché un alto numero degli operatori".

"gravissima situazione sanitaria"
Nessuna risposta, stato d'agitazione alla Mazzini

La Spezia - "In mancanza dell’avvio di un confronto immediato e continuo sulla gestione di questa delicatissima fase emergenziale, da parte della Cooperativa KCS, gestore della struttura, della Asl5, in qualità di stazione appaltante, e del Comune
della Spezia proprietario dell’immobile, le segreterie Fp Cgil, Uil Fpl, Filcams Cgil, Fisascat Cisl minacciano di intraprendere ogni forma di mobilitazione che riterranno opportuna al fine di salvaguardare la salute e la sicurezza
degli utenti ricoverati e dei lavoratori, nonché la salvaguardia dei livelli occupazionali e stipendiali. L'annuncio in una nota che era decisamente nell'aria vista la situazione esistente alla rsa Mazzini a seguito delle numerose segnalazioni ricevute dalle lavoratrici e dai lavoratori della struttura di cui in oggetto circa le gravi carenze igienico sanitarie esistenti ed a seguito delle comunicazioni ufficiali inviate alla Cooperativa che ha in gestione tale struttura, rimaste senza risposta.

"Tenuto conto della gravissima situazione sanitaria venutasi a creare all’interno della rsa - si legge nella nota -, sia per gli utenti ricoverati che per il personale dipendente, dovuta al fatto che la quasi totalità dei ricoverati è risultata positiva al Covid-19, nonché un alto numero degli operatori, vista la mancanza di risposte in tal senso da parte della Cooperativa riguardo l’attuazione delle misure di tutela per la salute e sicurezza dei lavoratori previste dalle normative nonché dai protocolli interconfederali sulla sicurezza in relazione all’emergenza Covid19". In particolare: situazione scorte dpi e loro adeguatezza, sanificazione degli ambienti, separazione percorsi negli ambienti a tutela degli utenti oltre che dei lavoratori, aggiornamento dei DVR, protocolli relativi alle procedure di tutela dei lavoratori fragili, screening e sorveglianza sanitaria del personale, monitoraggio delle unità di personale che contraggono il Covid19: "A causa delle continue iniziative di gestione del personale, prese unilateralmente dalla Cooperativa, che ignorano i rischi cui i dipendenti e gli utenti sono esposti ed aggravano costantemente il carico fisico, emotivo e lo stress dei lavoratori; le organizzazioni sindacali dichiarano lo stato di agitazione di tutto il personale dipendente della rsa “Mazzini” della Spezia e richiedono pertanto l’esperimento del tentativo di conciliazione nei termini e con le modalità previste dalle
norme vigenti in materia di servizi pubblici essenziali e procedure di raffreddamento e conciliazione per il posto di lavoro oggetto della presente comunicazione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News