Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Settembre - ore 16.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Mobilità più green, più zone pedonali e ampliamento della Ztl

Sono alcune delle novità inserite nel Piano urbano della mobilità sostenibile e nel Piano urbano del traffico. Necessario implementare l'efficienza del Trasporto pubblico locale e sviluppare l'utilizzo della filovia.

Presentati Pums e Put
Mobilità più green, più zone pedonali e ampliamento della Ztl

La Spezia - Sono state presentate stamane, nella sala multimediale del Comune della Spezia, le linee di indirizzo del Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums) e del Piano urbano del traffico (Put), approvati dalla giunta comunale della Spezia.
Alla conferenza erano presenti, oltre al sindaco Pierluigi Peracchini, l'assessore al Traffico e Mobilità Kristopher Casati.

Obiettivi principali del nuovo Pums sono, in primis, la completa integrazione fra il trasporto pubblico su gomma con la mobilità pedonale e ciclabile e la risoluzione dei principali nodi stradali mantenendo piena coerenza con le politiche della mobilità pubblica. La città della Spezia ha voluto da subito impegnarsi nella redazione del Pums: la squadra di lavoro ha indagato le caratteristiche della domanda di mobilità, individuato le sue interazioni spaziali e temporali, i motivi dello spostamento e le modalità di soddisfacimento in relazione all'offerta di trasporto, al fine di fornire indicazioni orientate a ricomporre l'equilibrio tra domanda e offerta di trasporto sulla base di scenari di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.
I principi ispiratori del Pums sono quindi l'integrazione, la partecipazione e il monitoraggio. L'ultimo piano di intervento risale al 2006, è dunque necessario riorganizzare la mobilità con interventi a medio lungo termine: si parla di modello "Spezia 2030", verso un assetto più sostenibile e una città europea più a misura d'uomo e non di macchina.

Gli spezzini prediligono l'uso dell'auto privata, l'obiettivo è pertanto rendere il Trasporto pubblico un'accolta alternativa per i cittadini. Deve essere veloce, diretto, frequente e facile. In sintesi, una città più "green", volta necessariamente alla mobilità ciclabile (ad oggi presenta criticità, con percorsi disconnessi) l'obiettivo dell'Amministrazione è quello di incentivarla e svilupparla per renderla veramente un servizio valido e alternativo per il cittadino. Nell'orizzonte dell'amministrazione anche la mobilità elettrica (è necessario sviluppare una rete di ricarica capace di fornire un ade servizio all'utenza automobilistica che convergerà vero l'auto elettrica).

Il Put prevede una pianificazione a breve termine (2 anni), e con ridotti impegni finanziari attua interventi per il miglioramento della circolazione, con l'ottimizzazione delle infrastrutture e dei sistemi di trasporto esistenti.
Gli interventi previsti riguardano l'ampliamento della Ztl - "zona Torretto", con regolamentazione di una situazione già consolidata, l'ampliamento della zona pedonale, che necessita di una riorganizzazione della sosta per i residenti e dell'incentivazione dei parcheggi di interscambio e lo sviluppo del Trasporto pubblico locale. In questo senso l'obiettivo è quello di sviluppare ed estendere la modalità filoviaria sull'asse centrale della città con l'uso di veicoli ibridi o elettrici a basso impatto ambientale, e di una riduzione di transiti sull'asse centrale della città. E' inoltre necessaria una ristrutturazione delle principali linee di frequenza della città in termini di chilometri e modifiche di percorso. In particolare, verranno modificate le linee 1,3, 5 e 12. La nostra città si distingue fortemente per la presenza dell'impianto filoviario: 13,75km di rete elettrica, su cui vengono percorsi ogni anno 400.000 Km. La ristrutturazione della linea comporta una riduzione chilometrica annua pari a circa 40.000 km ed un incremento complessivo di km filoviari annui di circa 110.000 km.

Per quel che concerne i bus turistici la sosta è regolamentata dal 23 ottobre 2017 con divieto di sosta per bus, eccetto Piazza Pozzoli, l'Area delle "Terrazze" , Viale Italia e il Controviale di Viale Fieschi. Tariffa giornaliera 50 euro. In altre zone (vedi Via Fiume) è consentita solo la salita/discesa dei passeggeri. Con il Pums i cittadini della Spezia avranno una mobilità più veloce, più sicura e più pulita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News