Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 29 Novembre - ore 21.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Mazzini, le sigle: "No a mansioni inadeguate e basta intimidazioni"

Cgil, Cisl, Uil, Fp Cgil, Uil Fpl, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti scrivono a Kcs e ad Asl 5 alla vigilia del presidio che si svolgerà di fronte alla struttura di Viale Alpi.

Scontro nella Rsa
Mazzini, le sigle: "No a mansioni inadeguate e basta intimidazioni"

La Spezia - "Si intima alla cooperativa di cessare di adibire personale assunto per ruoli diversi e privo di professionalità idonee a svolgere le mansioni di sorveglianza degli ospiti e somministrazione dei pasti nonché di cessare con i comportamenti intimidatori nei confronti dello stesso personale". Sono le durissime parole con le quali i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Fp Cgil, Uil Fpl, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti motivano la diffida unitaria rivolta alla cooperativa Kcs e Asl 5, alla vigilia del presidio che svolgeranno assieme ai lavoratori di fronte alla struttura di Viale Alpi, dove i casi di coronavirus emersi sono decide e decine, sia tra gli ospiti che tra il personale.

Nel testo del documento i sindacati ricordano "la segnalazione ricevuta questa mattina dalle lavoratrici e dai lavoratori della struttura Mazzini circa la richiesta, effettuata dalla responsabile, agli addetti del centralino e delle pulizie per l’effettuazione della sorveglianza e della somministrazione dei pasti a due pazienti negativizzati da Covid-19 e che gli stessi pazienti sono stati collocati in una stanza al primo piano adiacente la portineria anziché nella zona buffer come previsto dai protocolli". Inoltre viene sottolineato come "dopo il corretto rifiuto degli addetti del centralino a svolgere mansioni improprie, la responsabile ha reclutato una addetta alle pulizie per effettuare la sorveglianza e la somministrazione della prima colazione, senza che quest’ultima ne avesse titolo". E ancora "dopo il rifiuto degli addetti a svolgere mansioni improprie la responsabile ha dichiarato che, per punizione, l’ammortizzatore sociale (FIS) in essere potrebbe non essere più anticipato dalla cooperativa".

I sindacati chiedono inoltre "la garanzia di livelli di assistenza adeguati per i pazienti e per tutti gli ospiti con relativa implementazione di personale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News