Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Maggio - ore 21.16

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Manifesto per la sanità alla Chiappa, 31 maggio giornata di mobilitazione

Manifesto per la sanità alla Chiappa, 31 maggio giornata di mobilitazione

La Spezia - Prosegue il tour el Manifesto per la sanità locale, iniziativa itinerante che porta avanti una campagna di sensibilizzazione chiedendo la tutela e il rafforzamento della sanità spezzina e ligure. L'altra sera alla Chiappa, alla Sala Caran, all'incontro c'era una cinquantina tra cittadini, medici di medicina generale, ex dirigenti dell'ASL, insegnanti, operatori della sanita' (in servizio o in quiescenza), sindacato USB, Associazione dei medici ospedalieri, rappresentanti di Associazioni. Qui di seguito, il resoconto dei promotori:

I membri del gruppo fondatore del "Manifesto" hanno introdotto l'incontro illustrando ai cittadini presenti la situazione della sanità spezzina in declino da ca. un decennio anche per mancanza di posti letto e personale. I dati di fonte regionale, illustrati nell'incontro, dimostrano che la nostra ASL e' sottodotata rispetto alle altre ASL liguri.
E' stato messo l'accento in particolare sulla questione del nuovo ospedale e sulla necessità di una forte mobilitazione dei cittadini e dei lavoratori della sanità di fronte al rischio che il progetto del nuovo Felettino sia abbandonato. In particolare e' stato denunziato il grave silenzio dei Sindaci della nostra Provincia, a fronte dell'intervento del consigliere regionale di maggioranza De Paoli che, nei giorni scorsi, ha avanzato l'idea di non realizzare il nuovo ospedale provinciale a La Spezia.
Particolarmente apprezzato dai presenti e' stato l'intervento del dr. Canessa (ex primario pneumologo) che
ha rappresentato il rischio "lombardizzazione" e quindi privatizzazione della sanità : dall'aumento del ricorso alle convenzioni con i privati, alla mancanza e dequalificazione delle risposte della sanità pubblica, fino alla forte critica di aver concesso ai primari l'esercizio della libera professione fuori dalle strutture pubbliche. Il dr. Canessa ha anche messo in evidenza la grave mancanza di primari in settori importanti come il reparto unità coronarica e la Medicina.
Ai cittadini presenti sono stati anche riferiti gli esiti degli incontri effettuati dal gruppo del "Manifesto" con le istituzioni locali : la mancata risposta del Sindaco della Spezia alle questioni sollevate dal "Manifesto"; l'audizione presso la Commissione Sanità comunale (il cui Presidente si e' preso l'impegno di verificare una successiva audizione del "Manifesto" presso la Conferenza dei Sindaci)
INTERVENTI dei presenti
Rappresentante ANAAO (medici ospedalieri) ha rilevato che l'ASL avrebbe messo in atto le procedure per coprire i primariati vacanti. Il rischio sono i tempi per i concorsi e anche il fatto che c'e' scarsa offerta di personale medico e, a volte, molti medici rinunziano a venire a La Spezia per le carenti condizioni organizzative e strutturali della nostra ASL.
Infermiere in servizio : ha confermato la carenza di personale e quindi la necessità per l'ASL - nei periodi estivi e per garantire le ferie - di accorpare più reparti con peggioramento delle condizioni di lavoro e dell'umanizzazione dell'assistenza.
cittadino : ha chiesto cosa si metterà dentro il nuovo ospedale se la situazione e' quella rappresentata. E' stato risposto che le nostre rivendicazioni attengono appunto, da un lato, alla necessità del nuovo ospedale e, dall'altro, anche a garantire adeguato e qualificato personale.
Cittadina : ha chiesto come mai i Sindaci non intervengono. E' stato osservato che, all'ultima Conferenza dei Sindaci, su 27 aventi titolo ne erano presenti solo 7 e nessuno ha fatto domande. Una dei principali punti del "Manifesto" e' appunto quello di supportare e sollecitare i Sindaci ad intervenire sulle questioni della sanità locale.
Pierluigi Portunato Legaconsumatori - ACLI : ha dichiarato la formale adesione al "Manifesto" della sua organizzazione. Ha denunziato altresi' che, fin dagli anni 90, sono stati fatti decine di progetti sul nuovo ospedale pagati fior di milioni dalla collettività e nessuno ha "risarcito" questo sperpero di denaro pubblico. Ha quindi convenuto sulla necessità di una forte mobilitazione dei cittadini per la realizzazione del nuovo ospedale a La Spezia. La sua organizzazione darà il massimo supporto alle iniziative.
Paolo Putrino (ex membro del Comitato di Gestione della USL XIX) : ha raccontato tutti gli iter per la costruzione del nuovo ospedale a partire dal progetto del 1987 (il primo completato e finanziato in Liguria per 10 miliardi di vecchie lire); progetto che non andò in porto poichè l'assessore regionale dell'epoca non inviò in tempo il progetto al Ministero della Sanità. Il progetto dell'epoca prevedeva un ospedale costruito a raggiera con ca. 600 posti letto e dipartimento di emergenza accettazione di II livello. Anche il successivo progetto, sotto l'amministrazione comunale del Sindaco Rosaia, non andò a buon fine e ce ne furono altri nel tempo. Anche Putrino ha confermato la necessità di una forte mobilitazione in città e in provincia per non farci scippare il nuovo ospedale a La Spezia che dovrà rispondere alle esigenze di tutta la popolazione in provincia insieme al nosocomio sarzanese.
Repetto (Associazione dializzati) : dopo aver esposto le condizioni dei dializzati nel tempo e le battaglie della sua associazione, ha concluso sostenendo che il servizio pubblico in questi anni e' stato smontato per favorire l'ingresso dei privati.
Montanari (ex dirigente ASL servizio farmaceutico) : ha sottolineato l'esigenza di insistere per il nuovo ospedale provinciale a La Spezia e che e' determinante il coinvolgimento dei Sindaci che dovrebbero dare il loro consenso ad uno o più punti evidenziati nel "Manifesto", come elementi prioritari d'azione per migliorare la qualità delle risposte assistenziali alla popolazione (posti letto - personale - aumento dell'assistenza territoriale).
Sandro Bertagna (ex sindaco di La Spezia e membro del "Manifesto") : ha illustrato i passaggi attuali del progetto del nuovo ospedale, il parere positivo della Provincia sulla variante inerente la sicurezza sismica e si e' interrogato sui motivi per i quali la Regione - pur avendo già a disposizione il progetto di variante - ritarda nel dare il suo assenso.
Guido Melley (consigliere comunale) : ha ricordato l'impegno del suo gruppo sul tema della sanità e la condivisione di molti dei punti del "Manifesto"; ha ricordato l'impegno profuso per far effettuare l'audizione del gruppo del "Manifesto" avanti la Commissione sanità del consiglio comunale spezzino. Ha altresì evidenziato che e' necessario un ragionamento comune della politica - da destra a sinistra - per sostenere il progetto del nuovo ospedale del Felettino.
Ha anche evidenziato le difficoltà dei consiglieri comunali nell'approfondire la questione del progetto del nuovo Felettino : la società regionale I.R.E. (che e' il soggetto che gestisce l'appalto dell'opera) nonostante invitata a riferire alla Commissione sanità non si e' presentata, paradossalmente chiedendo ai consiglieri comunali di recarsi a Genova e ciò nonostante l'I.R.E. stessa sia remunerata con centinaia di migliaia di euro di soldi pubblici. Neppure l'ASL si e' presentata in Commissione per riferire sul progetto.
Sono intervenuti altri cittadini che hanno posto altre questioni oggetto di discussione nell'assemblea :
- questione delle liste d'attesa
- obsolescenza delle strutture dell'ospedale della Spezia
- fondamentale che questi temi siano portati all'attenzione dei giovani nelle scuole (l'idea e' stata apprezzata e condivisa dal "Manifesto" che presenterà un progetto per il prossimo anno scolastico)

La riunione si e' chiusa con la sottoscrizione, da parte dei presenti, dell'elenco per offrire la propria disponibilità a partecipare ad iniziative pubbliche promosse dal gruppo del "Manifesto" e a tutti e' stato rivolto l'invito a presenziare ai presidi organizzati dal "Manifesto" e che si terranno a La Spezia il 31 maggio prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News