Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Agosto - ore 22.49

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Mani sull'ultima ferita di guerra, arrivano i fondi

L'ex convento delle Clarisse è una delle opere finanziate con il fondo strategico regionale. Piaggi: "Si ridisegna il centro cittadino con progetti importanti, ove non mancherà attenzione al design e alla sicurezza con l’installazione di telecamere".

L'INTERVISTA
Mani sull'ultima ferita di guerra, arrivano i fondi

La Spezia - La giunta regionale ha deliberato questa mattina lo stanziamento di 7,6 milioni di euro per la riqualificazione urbana e infrastrutturale del centro città della Spezia e 400mila euro per la costruzione della nuova sede della Protezione Civile del comune di Porto Venere, nella frazione de Le Grazie. A darne notizia è l'assessore alle infrastrutture Giacomo Raul Giampedrone appena terminata la riunione nella quale si ufficializza lo stanziamento del fondo strategico regionale di cui si era già parlato in precedenza e che questa mattina veste i panni dell'ufficialità. A cosa serviranno questi soldi? Ad una serie di interventi che riguarderanno essenzialmente il centro della città fino a lambire il mare e che caratterizzeranno la gran parte delle opere pubbliche del prossimo biennio, unitamente ai finanziamenti governativi accordati per il Progetto Periferie e a quelli arrivati dall'Europa via Genova, sotto la bandiera Por-Fesr. "Abbiamo a disposizione una trentina di milioni arrivati dai vari enti coi quali finanzieremo buona parte delle opere che riguardano il prossimo futuro - spiega a Cds l'assessore comunale ai lavori pubblici Luca Piaggi - e per quel che riguarda la delibera di questa mattina mi preme ringraziare la Regione Liguria. Giusto rimarcare che per queste opere non pescheremo dalle casse comunali e che riguarderanno non solo il centro ma anche le periferie. La mia speranza è vedere almeno una parte di questi progetti avviata entro l'anno".

Del fondo strategico regionale, che accorda dunque quasi 8 milioni a Palazzo Civico, fanno parte una serie di interventi che l'amministrazione in parte aveva già elencato: in primis il progetto di riqualificazione di Piazza Cavour, passando per la parziale pavimentazione di Piazza Beverini, la passerella centro-mare che attraverserà Viale Italia, continuando con l'annunciata opera di riqualificazione dei giardini municipali: "Per quanto riguarda Piazza del Mercato - precisa ancora l'assessore - presenteremo a breve dei modelli con varie possibilità volumetriche. Vogliamo coinvolgere i cittadini attraverso il nostro garante per la partecipazione e una volta concluso il consulto potremo avviare il bando per l'affidamento del progetto ad uno studio esterno. Che comprenderà anche una serie di valutazioni sui modelli di traffico e su come interagiranno le vie che circondano la piazza con la piazza stessa". I giardini e Via Diaz saranno anch'essi protagonisti di nuove progettualità ancora nel cassetto: "E' importante sapere che ci sono le disponibilità economiche annunciate. Per quel che concerne i giardini sarà un lavoro di manutenzione, di sostituzioni di luci, telecamere, arredi, conferimento rifiuti, panchine con un nuovo percorso verde all'interno. Sapete bene che ci sono dei vincoli della Sovrintendenza regionale che non permettono stravolgimenti". Su Via Diaz, così come per Via Mazzini, le idee sono in verità un po' più embrionali: "Il futuro di quella strada dipende dalla disponibilità della Marina Militare di arrivare all'accordo con l'amministrazione per il parcheggio fra Porta Principale e Porta Sprugola: se ci sarà un sì si potrà arrivare ad una pedonalizzazione, viceversa dovremo pensare ad una viabilità diversa, con nuovi marciapiede, luci e telecamere".

Piazza Chiodo e, soprattutto la valorizzazione e il restauro dell’ex convento delle Clarisse, gli altri interventi del pacchetto: "Quella delle clarisse è forse l'ultima vera ferita di guerra rimasta visibile in città, ad oggi stiamo facendo delle valutazioni con la Soprintendenza con tre soluzioni possibili. Dobbiamo capire bene come poter sviluppare il progetto, c'è una storia da preservare e quindi la necessità di riflettere" - ha concluso Piaggi. “Una grande risposta alla città della Spezia – commenta l’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone -. Soprattutto una grande sfida da cogliere insieme alla nuova Giunta Peracchini per cambiare e migliorare insieme il volto della città, in termini di riqualificazione urbana oltre che di innovazione turistica e infrastrutturale, in particolare del centro città, come avevamo promesso in campagna elettorale”. “Per quanto riguarda Porto Venere – prosegue Giampedrone - vado particolarmente orgoglioso dello stanziamento di 400mila euro, a titolo di cofinanziamento regionale, per la realizzazione della nuova sede della Protezione Civile comunale nella frazione delle Grazie. Ritengo sia un segnale di grande sensibilità da parte dell’amministrazione Cozzani su un tema così importante come quello della Protezione Civile, un segnale di attenzione ai volontari su cui la nostra giunta ha investito moltissimo nei nostri due anni e mezzo di mandato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News