Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Gennaio - ore 22.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Mangia Trekking in cammino tra misteri e leggende

Mangia Trekking in cammino tra misteri e leggende

La Spezia - Nei giorni scorsi, alcuni appassionati dell’Alpinismo Lento, hanno avanzato una interessante, suggestiva e salutare proposta per il tempo libero. Importante soprattutto adesso che le comunità, nell’emergenza coronavirus, hanno bisogno di vivere all’aria aperta. Si tratta di un cammino che attraverso antichi borghi che si affacciano sul mare, conduce alla “Pietra del Diavolo”, il grande megalite a forma piramidale, che misterioso, vede la sua storia collegata a tante leggende che parlano di streghe, fredde notti, fuoco, isola dei defunti ed oscure presenze. Così, l’associazione Mangia Trekking, ha effettuato una piacevole camminata, con un percorso ad anello, in un territorio estremamente panoramico per andare ad osservare a Tramonti, tra Biassa, Schiara e Monesteroli, quello che in realtà è un vero e proprio Menhir. Un grande masso in pietra serena, che pare non aver nulla in comune con le terre argillose circostanti. Esaminato per la prima volta dallo storico Ubaldo Mazzini, il “Menhir di Tramonti” per tanti anni è stato studiato dagli archeologi, e si ipotizza che nell’età del bronzo, fosse un preistorico sito astronomico e religioso. Sembrerebbe essere confermato anche dal fatto che accanto al megalite, vi sono due pietre più piccole, una con un foro circolare e l'altra con uno rettangolare. Come il Menhir di Monte Capri, quello di Tramonti potrebbe essere un modello delle famose "statue stele" della Lunigiana. Dopo una piacevole sosta ed una foto ricordo, gli amici del Mangia Trekking, mentre si domandavano come avesse fatto quel gigantesco masso (il cui peso è stimato intorno alle 4 tonnellate) ad essere trasportato a circa 500 metri di altitudine, hanno proseguito il loro cammino, per andare a vedere sorgere la Luna sul Golfo dei Poeti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News