Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Ottobre - ore 21.33

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Le donne non sono una proprietà, il messaggio da e per le nuove generazioni

Questa mattina in Sala Dante si è tenuto il consiglio comunale straordinario per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. I ragazzi delle superiori hanno usato il loro "codici" per raccontare un dramma senza fine.

Le donne non sono una proprietà, il messaggio da e per le nuove generazioni

La Spezia - Un fiocco rosa contro la violenza. Una presa di coscienza per lottare contro il femminicidio e la violenza sulle donne, una triste eredità sbattuta in faccia ogni giorno da quotidiani e telegiornali. Se gli abusi sembrano un'emorragia inarrestabile, il 25 novembre diventa un'occasione non solo per dire "no" alla violenza ma anche per ricordare che ogni morte, ogni schiaffo e abuso verbale sono piaghe che devono essere curate.
Ed è questo lo spirito dell'apertura delle manifestazioni della giornata mondiale contro la violenza sulle donne che questa mattina si sono aperte con un consiglio comunale straordinario, tenutosi in Sala Dante, al quale hanno partecipato le scuole superiori spezzine.
La maggior parte delle violenze nei confronti delle donne, di tutte le età, si consumano perchè nei confronti della popolazione femminile matura un concetto di proprietà ingiustificato. Le donne negli anni hanno lottato per i propri diritti, che se sono segnati sulla carta spesso non vengono rispettati. O peggio, vengono dati per scontati.
Su questo concetto si è basato l'intervento del sindaco della Spezia Massimo Federici: "Le battaglie delle nostre madri, spesso vengono date per scontate. E a voi giovani abbiamo lasciato una triste eredità, la donna che si ribella perisce perchè viene considerata una proprietà. Questo concetto va sovvertito e dobbiamo farlo insieme a voi, che siete ragazzi, dovete essere le nostre sentinelle. La lotta alla violenza è basata su valori che non possono essere dati per scontati".

Paolo Manfredini, presidente del consiglio comunale, ha introdotto il lavoro degli studenti protagonisti assoluti della giornata: "Il nostro lavoro è cominciato l'11 ottobre con la carta dei diritti della bambine. Ai professori abbiamo chiesto di produrre insieme agli studenti dei ragionamenti per comprendere meglio il fenomeno, perchè c'è differenza tra informazione e formazione. Queste iniziative servono a far maturare le coscienze affinchè ci sia una visione reale del problema e in modo che si producano azioni reali in questa lotta. Ogni gruppo di lavoro ha scelto il suo codice: musica, corpo, video. Elementi sviluppati da questi ragazzi che devono essere la nostra guida".

Gli studenti hanno raccontato un dramma, ricordando soprattutto che ogni volta che un uomo commette una violenza su una compagna di vita, una figlia, un'amica un uomo non lo è. Nel corso della mattinata si sono alternate testimonianze, anche della realtà spezzina, di donne che vivono in realtà protette perchè hanno deciso di non essere una proprietà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'esibizione di uno studente
La Sala Dante gremita per il consiglio comunale straordinario contro la violenza sulle donne


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure