Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 17 Gennaio - ore 22.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La scuola ripartirà in 'presenza graduale' il 7 gennaio. Fra settembre e dicembre 410 casi positivi

Da fonti del Diparimento Prevenzione Asl5 su 198 casi positivi è stato generato provvedimento di quarantena per 199 classi. Pecunia: "Chiede tamponi antigenici", Frascatore: "Ottomila test a disposizione dei medici e dei pediatri di libera scelta".

scuola e covid

La Spezia - L'intesa fra il governo e le regioni sembra ormai un passo: la scuola, salvo novità dell'ultima ora, tornerà in presenza a partire dal 7 gennaio. Ma la riapertura per gli studenti delle superiori sarà più graduale del previsto: si partirà infatti con il 50% di popolazione studentesca tra i banchi e si salirà solo in su secondo momento al 75. La chiave di volta, che riguarderà tutte le province, sarà un aumento dei trasporti, con scaglionamento degli orari di ingresso e uscita nelle scuole e l’apertura posticipata dei negozi. Confermata la corsia preferenziale per i tamponi rapidi a docenti e alunni mentre scompare il riferimento al prolungamenrto delle lezioni fino al 30 giugno.

Fin qui la situazione generale ma il tema è stato oggetto di discussione anche nell'ultimo consiglio comunale della Spezia con la mozione del duo Nobili-Pecunia, consigliere di Italia Viva: "Il tema del tampone veloce all'interno della scuola è di grande attualità visto che fortunatamente grazie al lavoro del sistema scolastico gli istituti hanno retto molto bene al propagarsi del contagio - ha spiegato Federica Pecunia nell'introdurre il documento -. Ma oggi non sappiamo quanto possa pesare il ritorno alla didattica in presenza dell'eventuale incremento della curva pandemica. Secondo noi questi sono temi da affrontare prima della ripresa dell'anno scolastico. In questo momento, attendendo i vaccini che non saranno comunque pronti prima di gennaio, sarebbe importantissimo fare applicare questo sistema di tracciamento dalle scuole nel più breve tempo possibile. Molti comuni in Italia e, nella provincia della Spezia il caso è quello di Santo Stefano, hanno già attivato delle convenzioni per consentire a docenti e ragazzi di accedere a tariffe agevolate al tampone antigenico: è vero che il tampone molecolare è il migliore e quello riconosciuto da Asl, ma con questo sistema si può sopperire ad una latenza che spesso diventa lunghissima per quei ragazzi che vengono allontanati dalle aule in attesa di un tampone. L'antigenico è un test ormai approvato dal Ministero e aiuterebbe ad allegerire il lavoro degli insegnanti e del corpo non docente, oltre ad essere un supporto per famiglie. Dobbiamo prevenire per non inseguire il virus ma arrivare prima Solo col tracciamento veloce questo è possibile".

A rispondere alla mozione, che sarà comunque poi bocciata in sede di voto, è il capogruppo dei 'totiani' Marco Frascatore: "I test rapidi antigenici sono certamente importanti perché aiutano a tracciare rapidamente e con più efficienza i contagi: questo però sta già accadendo e accadrà anche qui nel prossimo futuro". Frascatore fornisce alcuni numeri utili per capire l'incidenza del Covid nelle scuole spezzine: "Dal 14 settembre al 5 dicembre i casi positivi accertati riguardano 410 persone, 389 alunni e 21 docenti o personale Ata. Da fonti del Diparimento Prevenzione Asl5 su 198 casi positivi è stato generato provvedimento di quarantena per 199 classi nei 97 istituti scolastici della Provincia della Spezia. Dal 13 ottobre sono stati effettuati 3547 tamponi antigenici nei tre ambulatori a Brugnato, Luni e Falcomatà. Vi è stato poi lo screening per focolaio a Follo, Ceparana e Castelnuovo. In ultimo, dieci giorni fa, Regione Liguria ha firmato un accordo con Pediatri di libera scelta oltre a quello firmato coi medici di Medicina generale per fare tamponi nei loro studi o nelle sedi delle Protezioni Civili a casi di contatto stretto. Per loro sono a disposizione 8000 test antigenici rapidi oltre a dpi ad alta protezione. Stanti questi numeri direi che siamo già messi molto bene e pronti per l'apertura di gennaio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News