Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Luglio - ore 11.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La prima prova fila liscia. Fa più paura la relazione sull'alternanza

Millecinquecento ragazzi alle prese con la prova di italiano. Per il tema lo scritto di Dalla Chiesa va per la maggiore. La prova multidisciplinare preoccupa, l'orale rimane un'incognita.

maturità 2019
La prima prova fila liscia. Fa più paura la relazione sull'alternanza

La Spezia - Cosa resterà di questo primo e nuovo esame di Stato? Tanti ricordi simili agli studenti del passato come l'incertezza di aver fatto la scelta giusta nell'affrontare il testo, quello che veramente segna la maturità 2019 è stata la notizia "improvvisa" del cambiamento per la seconda e l'ultima prova.
I ragazzi per la prima erano sufficientemente preparati e hanno detto la loro da tre scuole diverse: liceo classico Costa, liceo scientifico Pacinotti e liceo Mazzini che al suo interno ha numerose curvature.
Millecinquecento studenti sono tanti, ma le preoccupazioni non sono molto differenti. Alba Romeo è della 5E. Sono da poco passate le 13 quando fa capolino dal portone del Costa: "Spero sia andata bene. Come tracce mi sentivo che sarebbe uscito Ungaretti. Era da tanto che non capitava una traccia dedicata a lui. Io alla fine ho scelto quello su Montanari sul valore del patrimonio culturale (tipologia B, ndr). Facendo il liceo classico sento mia questa passione per l'antico e tutto ciò che è passato. Ho scartato la tipologia A perché è rischiosa sopratutto se non riesci a ripassare il programma di un anno in pochi giorni. La tipologia C era interessante ma come attualità mi aspettavo qualcosa, magari sull'immigrazione, oppure il cambiamento climatico. Per l'orale la busta non mi spaventa perché è come se fosse un'interrogazione normale, per quanto riguarda le buste e i collegamenti spero che ci sia un po' di comprensione da parte dei docenti, perché del resto siamo i primi. Sarà difficoltosa invece la relazione sull'alternanza che ci ha spiazzato".
"Io ho scelto la prova su Carlo Alberto Dalla Chiesa - racconta Vincenzo Di Martino della 5A del liceo Costa -, un testo argomentativo. La scelta più difficile per questa prova è la tipologia da svolgere in base alle proprie potenzialità: io ad esempio lo sono maggiormente per i testi argomentativi. Spero sia andata bene. Per la prova di indirizzo sarà tragico (ride, ndr) perché dovremmo essere pronti su due materie, latino e greco, sia per la traduzione che per la letteratura. Oltre alle parti della traduzione dovremo affrontare anche un paragone tra le due lingue e trovare dei collegamenti tra loro. Sono abbastanza preoccupato. Per l'orale non sono particolamente in ansia. Le buste sono uno spunto per partire, tolta la tesina serviva un'alternativa. Questo non significa partire da una materia, da una poesia di Ungaretti ad esempio si può partire con storia. Con i collegamenti multidisciplinari possiamo farcela".

Il suo compagno di classe Alessandro Ferrari aggiunge: "Durante l'anno ho sempre affrontato il tema argomentativo. Spero sia andata bene, la richiesta principale era fare un confronto tra la mentalità umana e l'uso che ne viene fatto. Per la seconda prova la differenza sarà con l'autore. Per l'orale non sono molto sicuro perché non abbiamo un punto fermon dal quale partire".

Spostandosi al liceo scientifico Pacinotti si raccontano Carlo Maria Rossi della 5 D e Giacomo Sommovigo della 5C e Benedetta Biselli della 5A.
"Prima ero molto teso - racconta Carlo - però poi quando ho visto le tracce mi sono tranquillizzato. La seconda prova ci preoccupa un po' perché non vado fortissimo in matematica e fisica. Noi faremo del nostro meglio. Per l'orale non abbiamo ancora capito molto. Vedremo cosa succederà, sarà una sopresa. Cercherò di capirci qualcosa di più gradando altri orali".
"I temi non erano particolarmente complessi e i professori sono stati molto bravi - spiega Giacomo -. Non nego di avere qualche preoccupazione per matematica e fisica, mi limito a sperare che questa sia andata bene. Per l'ultima parte d'esame non sono assolutamente d'accordo sull'abolizione della tesina, ho alcune perplessità sull'utilità della relazione sull'alternanza scuola lavoro".
"La prima prova è andata - aggiunge Benedetta - abbastanza bene. Ho scelto la traccia B1. Sono molto più preoccupata per matematica e fisica. Sull'orale rimangono ancora tanti interrogativi. Speriamo bene".

Dal liceo Mazzini si raccontano Anne Bet Ayeb e Sara Pedrali della 5A. "Io ho scelto la tipologia A - spiega Anne - . Come autore lo avevamo fatto in classe, quindi non è stato particolarmente difficile da affrontare. Gli altri anni erano usciti autori che non avevamo fatto. Non abbiamo paura della prova multidisciplinare. Sia diritto che sciente umane, grazie ai nostri professori, siamo preparate. Ovviamente sarà difficile ma ci proviamo. L'orale non sarà semplice, ci vorrà un pizzico di fortuna".
"Io ho scelto la tipologia C - racconta Sara - il tema di attualità. Mi sono trovata bene con la traccia. Abbiamo fatto molte prove durante l'anno quindi abbiamo un'idea di come potrebbe essere. La busta fa un po' paura... speriamo di prendere quella giusta".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News