Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre - ore 17.08

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La pandemia divora gli incassi dei parcheggi, salvi i progetti già finanziati

L'assessore alla Mobilità Kristopher Casati fa il punto su parcometri, bus turistici e parcheggi in struttura: "In alcuni casi incassi azzerati".

"bruciati" centinaia di migliaia di euro
La pandemia divora gli incassi dei parcheggi, salvi i progetti già finanziati

La Spezia - Due anni a confronto con il coronavirus di mezzo. Il calo degli incassi in tutti i posteggi del Comune capoluogo e uno sguardo al futuro. Un territorio e un mondo cambiati, stravolti dal virus, e un'amministrazione che deve fare i conti con gli introiti assenti dovuti anche alla brusca frenata del turismo. Dati che passano anche dai parcheggi cittadini e a spiegare cosa sta succedendo è l'assessore alla Mobilità Kristopher Casati. Il dato di fatto è che la pandemia si è mangiata centinaia di migliaia di euro di incassi.
"A gennaio gli incassi dei parcometri sono rimasti invariati - spiega l'assessore - a febbraio il calo è stato del 9.43 per cento, a marzo del 62,55 per cento, aprile 87.39 per cento. A maggio con la fine del lockdown la diminuzione degli incassi è stata del 57.3 per cento a giugno del 13.52 per cento. Per quanto riguarda i bus turistici si conferma il dato in attivo a gennaio con 12.74 per cento. A febbraio è cominciato il calo è stato del 61.91 per cento a marzo è stato del 97,4 per cento. In questo caso l'incasso è stato di 122 euro. Nei mesi di marzo e aprile la perdita è stata inevitabilmente del 100 per cento. Ma è a maggio che si è registrato l'incasso minore per i bus turistici: 81 euro, con un calo del 99,7 per cento. Un dato che fa riflettere, in tempi lontani dall'epidemia, gli incassi dello stesso mese ma nel 2019 erano stati pari a 27mila euro".
Non è andata meglio nei parcheggi in struttura. "I mancati incassi - ha proseguito Casati - per quanto riguarda il Centro Stazione variano tutti dal 91 al 96 per cento, con picchi in periodo di chiusura totale al 100 per cento. Incassi azzerati praticamente per una struttura che lavora soprattutto con il turismo. Diversi i dati invece per il parcheggio del Kennedy al quale si affidano molti lavoratori: i cali sono stati del 27 per cento, 77 per cento, 66 per cento nei mesi di febbraio, marzo e aprile. A giugno il calo si attesta al 32 per cento. Le perdite sono importanti comunque anche se vi si affida un'utenza diversa".
"In questi giorni - spiega l'assessore - dovrebbe arrivare un contributo compensativo da parte del governo. Sarà però un contributo complessivo che comprende anche la Tari e altre tassazioni. Con i parcheggi faremo comunque fatica perché con i mancati incassi avremo meno disponibilità da investire sul territorio. Il sindaco, che ha anche delega al Bilancio, sta cercando di far quadrare i conti nell'interesse dei cittadini. Si dovrà sempre e comunque tenere conto di entrate minori".
Una situazione complessa dovuta alla pandemia dove si salvano i progetti già finanziati: "I progetti con il Mit andranno avanti e arriveranno i finanziamenti di 38milioni di euro, ci sarà una quota parte di Atc per un milione di euro e un'altra del Comune spalmata in due anni. Con quei finanziamenti verranno realizzati anche i parcheggi di interscambio. Procedono anche le piste ciclabili e il parco bike. Stiamo andando avanti grazie alla progettualità preventiva".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News