Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Giugno - ore 22.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La fontana più alta d'Europa sarà di fronte a Molo Italia | Foto

Un getto di 170 metri che sarà realizzato grazie alla collaborazione tra Comune e Autorità di sistema portuale e alla tecnologia messa a disposizione da Termomeccanica. Ma ci sono altri progetti che bollono in pentola.

Per accogliere le navi da crociera
La fontana più alta d'Europa sarà di fronte a Molo Italia

La Spezia - Non solo la piazza sospesa sopra Viale Italia e la Banchina Revel. Ma anche il getto d'acqua più alto d'Europa. L'amministrazione comunale e l'Autorità di sistema portuale hanno firmato un protocollo d'intesa che prevede la realizzazione di una nutrita serie di progetti che modificheranno il volto del fronte a mare cittadino dal Ponente al Levante. Alcuni, come la sopraelevazione ciclopedonale che collegherà la città al mare bypassando il traffico automobilistico del viale a mare e il Miglio blu di Ruffino e Muggiano, vedranno la luce nel giro di un paio d'anni, mentre altri avranno bisogno di approfondimenti progettuali più lunghi.

"L'idea - ha detto la presidente dell'Autorità di sistema portuale, Carla Roncallo - è quella di lavorare in attesa della concretizzazione del waterfront, intervento che è ormai avviato, ma che richiederà tempo".
Le altre proposte che sono state valutate nel corso degli ultimi mesi e inserite nel protocollo d'intesa (guarda le slide qui) sono la riqualificazione e la pavimentazione di largo Fiorillo, la realizzazione di un'area adibita a stabilimento balneare con piscina lungo il Molo Italia, dove sarà anche collocato il sommergibile Da Vinci che da anni attende di essere musealizzato, l'eliminazione dei semafori all'incrocio tra Via San Cipriano e la sostituzione dell'incrocio con una rotonda e infine la realizzazione della cosiddetta Fontana del Golfo, un grande getto d'acqua collocato di fronte alla Morin per accogliere i crocieristi e diventare nel tempo una attrazione, un simbolo della città.
"La nostra intenzione è di riqualificare tutte le zone che si affacciano sul golfo - ha aggiunto l'assessore all'Urbanistica, Anna Maria Sorrentino - e migliorare le condizioni ambientali e di decoro in molti punti della città. Tra Viale Italia e Via San Cipriano transitano ogni giorno 30mila auto e spesso restano ferme al semaforo per qualche minuto: con la rotatoria che sarà progettata a carico delle compagnie di crociera che costruiranno anche la stazione marittima ci sarà un maggiore scorrimento del flusso veicolare e di conseguenza anche un minore inquinamento e una migliore qualità dell'aria in un punto che si è rivelato critico. Poco distante, in Largo Fiorillo, ci sarà la posa di una pavimentazione in continuità con quella di Passeggiata Morin, verrà ricavata un'area pedonale e al centro della rotonda già presente sarà installata una fontana".

Come dicevamo ogni progetto ha le sue peculiarità e le sue criticità. L'idea dell'amministrazione di realizzare una piscina di acqua di mare alla radice di Molo Italia aveva raccolto il favore di molti spezzini, ma la mareggiata dello scorso ottobre ha fatto riconsiderare alcuni aspetti della proposta e così Via del Molo ha affidato uno studio per approfondire il progetto iniziale e renderlo in grado di offrire maggiori garanzie di tenuta e di mantenimento delle condizioni di sicurezza. Un'analisi simile sarà fatta per la collocazione e la tenuta degli ormeggi per il Da Vinci, il sommergibile dismesso dalla Marina militare che attende di veder concluso l'iter di musealizzazione e di trovare una dimora definitiva, dopo essere stato accostato a Calata Paita e al Museo tecnico navale.

Di tutti questi interventi in fase di definizione, quello che risulta forse più suggestivo è quello della realizzazione, di una “fontana artistica” nello spazio a mare, in posizione tale da non confliggere con le attività marittime e lo svolgimento delle manifestazioni sportive e culturali che caratterizzano il golfo.
Sarà una grande fontana in mare con un getto alto 170 metri. C’è un punto preciso che è già stato individuato (di fronte a Molo Italia, vedi la gallery allegata), perché con il vento c’è un’area di ricaduta dell’acqua di cui tenere conto.
"È un lavoro che stiamo definendo insieme all’Autorità portuale e allo sponsor che è Termomeccanica - ha dichiarato il sindaco Pierluigi Peracchini -. Il getto verrebbe attivato soltanto per brevi momenti durante la giornata, come ad esempio l'arrivo delle navi da crociera in porto. Un modo per "salutare" i turisti che si apprestano a fare scalo in città.
"L'idea è nata molto tempo fa - ha ricordato Enzo Papi, presidente di Termomeccanica -. Allora La Spezia aveva bisogno di un riscatto dopo un periodo di forte crisi e proposi di usare tecnologia locale per creare un simbolo, qualcosa da primi della classe, che altri non hanno. Pian piano la città ha scoperto di avere una vocazione di cerniera tra gioielli del Golfo e le Cinque Terre, oltre a quella industriale. Questa nuova prospettiva è capitata anche un po' per caso e non è mai stata coltivata davvero. Ma oggi stiamo finalmente, gradualmente, prendendone atto".
Termomeccanica, Palazzo Civico e Via del Molo ragionano sul getto da circa un anno e a livello tecnico non sembrano esserci particolari problematiche da risolvere, magari anche con il coinvolgimento di Fincantieri: per quanto riguarda la pompa che spingerà l'acqua di mare sino a 170 metri l'azienda guidata da Papi non ha di che temere e dovrebbe essere semplice superare di slancio le altezze delle altre fontane d'Europa, compresa quella di Ginevra, capostipite di questa tipologia di giochi d'acqua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News