Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Giugno - ore 22.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La festa per il Ramadan, poi al lavoro: "Arrivano i crocieristi" | Foto

Finisce il mese di digiuno, la comunità musulmana spezzina si raduna per pregare e festeggiare come ogni anno.

mille persone in preghiera
La festa per il Ramadan, poi al lavoro: "Arrivano i crocieristi"

La Spezia - I bambini non hanno smesso di correre un secondo oltre le transenne che delimitano la zona di preghiera. Tenuti a bada dagli adolescenti per quanto possibile, alla generazione di mezzo tocca il difficile ruolo di servizio d'ordine. Quando l'imam finisce di scandire i "nomi di Dio" e la fila ordinata di fedeli si spezza, è il coro dei nomi di figli e figlie che sostituisce la formula rituale. Amir! Jamal! Aisha! Così tornano a radunarsi le famiglie sotto al lungo tavolo del ristoro che segna la fine del mese di digiuno.
"C'è un po' di tutto, ma soprattutto dolci. Ognuno porta qualcosa e si mette tutto in comune per preparare le porzioni. Ci sono specialità dell'Arabia, dell'Africa e dell'Asia. Piano piano riprendiamo calorie", spiega un signore in tunica scura che ha indovinato la curiosità senza bisogno di ricevere domanda. Tiene un bimbo di circa un anno in braccio, capelli scuri come il corvo. Molti hanno già lasciato l'assise quando sono le 9.30. "Devo aprire bottega, la mattina preghiera ma poi si va a lavorare normalmente. Oggi poi ci sono i croceristi", spiega mentre cammina un giovane, indicando con lo sguardo oltre la ferrovia e i palazzi e fino al Molo Garibaldi dove oggi sono attraccate due due grandi navi con migliaia di turisti.
La comunità islamica è un melting pot nel melting pot. Ci sono fedeli dal Maghreb, dall'Africa centrale, dall'Asia meridionale e dalla Penisola Araba. Chi officia è venuto direttamente dall'Arabia Saudita, parla in inglese per spiegarsi, prega in arabo e trova al suo fianco la traduzione in italiano per tutti. L'invito è a "cercare aiuto nella pazienza" e a "portare i valori del Ramadan nel resto dell'anno", perché "non basta un mese di digiuno" per essere "giusto agli occhi di dio". Non cadere in tentazione insomma. Quando il piazzale è già mezzo vuoto, e dei circa mille partecipanti non ne rimangono che qualche decina, rimane il lavoro del servizio di pulizia. Ognuno con corpetto identificativo, hanno distribuito i dolci e il latte fresco e ora passano a raccogliere i sacchetti neri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News