Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Aprile - ore 17.16

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La Mazzini pronta per l'estate. Possibile cambio di destinazione d'uso per l'ex Fitram

Queste le novità elencate dall'assessore Piaggi in occasione della commissione sui lavori pubblici oggi in Comune.

quale futuro per l'ex fitram?
La Mazzini pronta per l'estate. Possibile cambio di destinazione d'uso per l'ex Fitram

La Spezia - Entro l'estate la biblioteca Mazzini verrà riconsegnata alla città, per l'ex Fitram poi si pensa a cambiarne la destinazione d'uso. Sono queste le sostanziali novità emerse dalla commissione sui lavori pubblici che si è tenuta oggi pomeriggio con l'assessore Luca Piaggi.
A mettere sul tavolo della commissione queste questioni è stato il consigliere Baldino Caratozzolo che ha chiesto il punto della situazione anche sulla biblioteca Beghi che recentemente avrebbe avuto problemi di infiltrazione. Il consigliere ha poi ricordato le tempistiche di riconsegna di Palazzo Crozza (erano previste nel 2016) e non è mancata una frecciatina alla vecchia amministrazione. Il suo timore era che la nuova giunta si ritrovasse pesanti e sconvenienti eredità.

Infiltrazioni alla Beghi. Palazzo Crozza pronto a luglio. A rispondere punto per punto sulle perplessità del consigliere è stato l'assessore Luca Piaggi che ha cominciato la sua relazione dalle infiltrazioni alla biblioteca Beghi. "La criticità, se così si può chiamare, è stata risolta. La presenza dell'acqua era dovuta alla nevicata delle scorse settimane e, con un lavoro di manutenzione ordinaria, è stata installata nuovamente la guaina".

"Per quanto riguarda Palazzo Crozza - ha proseguito - per luglio, salvo inconvenienti dell'ultimo minuto, dovremmo poterlo riconsegnare alla cittadinanza. I ritardi sono dovuti ad alcune contraddizioni che hanno coinvolto i vigili del fuoco e la Soprintendenza. Non dobbiamo dimenticare che in queste circostanze gli enti coinvolti sono tre e capirete bene che non è semplice. Sostanzialmente non si trovava un punto di incontro per il piano prospettato dai vigili del fuoco e la Soprintendenza che deve garantire la tutela del bene architettonico. La situazione è comunque risolta ed è chiaro che i tempi si sono allungati anche se ogni volta si andava verso una rimodulazione del progetto".

Questo ha richiesto un minimo di spesa in più. "L'importo iniziale era di 1milione e 350mila euro circa. Ad oggi l'importo totale del progetto è aumentato a 1milione e 565mila euro circa. La parte più consistente era l'adeguamento degli impianti elettrici e dei sistemi antincendio. Di fatto sono state realizzate operazioni sull'impiantistica".

Le domande dei consiglieri. Alla Beghi servono pannelli fonoassorbenti, spostare la scrivania in reception e l'assunzione di nuovo personale per le biblioteche. Terminata la relazione sono cominciate le domande dei consiglieri. Centi ha chiesto se per la Beghi è prevista l'installazione di pannelli fonoassorbenti. "Risultano dei problemi di acustica - ha detto - pare che chi studia riesca a sentire il brusio proveniente da altre aree".
La consigliera di Lega Nord Cozzani ha riportato una segnalazione dei dipendenti che fanno lavoro di reception: "Uno di loro è disabile e chiedevano se era possibile fare qualcosa per la scrivania, lo spazio per muoversi è troppo ridotto".
Sul tema dell'occupazione e della sicurezza nelle biblioteche sono intervenuti sia Centi che Baldino. In sostanza entrambi hanno colto la necessità di nuove figure specializzate. Baldino ha incalzato: "Servirà anche sicurezza, mi è stato riferito che in passato avessero strappato anche delle pagine da alcuni giornali degli anni '20".

L'assessore Piaggi ha risposto a tutti e tre i consiglieri: "Per i pannelli fonoassorbenti trattandosi di un palazzo vincolato dovremmo studiare come fare, non può andare in contrasto con l'architettura. Per quanto riguarda l'occupazione è intenzione dell'amministrazione, anche se non è in questo caso la mia delega, a garantire un servizio efficiente nelle nostre strutture. Per la scrivania posso segnalarlo all'assessore Asti, è sua competenza, anche se i dipendenti dovrebbero avvertire la dirigente. Posso fare la segnalazione".

L'ex Fitram e il cambio di destinazione d'uso. Con la Regione fitti scambi di mail. A chiudere la commissione un passaggio riguardo all'ex Fitram sulla quale ha chiesto delucidazione la presidente Frijia.
"Stiamo valutando assieme la Regione- ha detto Piaggi - se cambiarne destinazione d'uso. Si tratta di uno spazio immenso e ci siamo accorti che l'utilizzo solo in ambito culturale non basta. Inoltre dovranno essere fatti dei lavori di coibentazione per oltre un milione di euro. Regione Liguria ci sostiene, c'è stato un fitto scambio di mail ma non abbiamo ancora certezze a riguardo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News