Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Marzo - ore 23.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La Mazzini manifesta contro l'accorpamento con la Pellico

Presidio nel pomeriggio per la secondaria di Piazza Verdi contro la decisione di unificare due istituti previsto dal piano di ridimensionamento scolastico. Una docente: "Fa male!"

La Mazzini manifesta contro l´accorpamento con la Pellico

La Spezia - Non vogliono essere "pellicani" gli studenti della secondaria Mazzini e vogliono che viva "4 ever". Come loro genitori e insegnanti hanno espresso perplessità riguardo all'accorpamento tra Isa 6 e Isa 3, quindi Mazzini e Pellico due scuole. Se questo è lo slogan scherzoso messo in piedi dagli studenti delle medie la riflessione di studenti e insegnanti è più profonda. Il piano di studio, l'accorpamento si portano dietro un altro rischio: la perdita del posto di lavoro del personale Ata.
La vicenda però è partita anni fa, quasi tre, quando si cominciò a parlare di accorpamenti seppur ipotetici. Alla fine la comunicazione "ufficiale" è arrivata il 18 dicembre. I sindacati, in particolare CGIL scuola, aveva annunciato già tre anni fa dei rischi e aveva proposto di costruire insieme un piano equilibrato nel tentativo di dare un colpo un cerchio e un colpo alla botte. Ma ormai il piano è completo e presentato e non potranno più partire azioni per fermarlo, quindi al personale e alle famiglie non è rimasto che protestare.
Ed è quello che è accaduto oggi davanti alla Mazzini, la prima del territorio a livello storico e l'unica intitolata allo spezzino Ubaldo, un centinaio di persone hanno presidiato l'entrata gridando il proprio malcontento.
"Questa scuola se ne andrà - ha detto Ornella Orlandi docente di lettere e rappresentante delle Rsu - entreremo alla Pellico e ci adegueremo alla loro offerta formativa . E' una questione di rispetto anche dei nostri confronti, sapevamo di questa spada di Damocle, speravamo che fossero più accorti. Se questa era la nostra fine potevamo progettarla insieme e non trovarci poco prima di Natale con la firma poco dopo. Di quello che avviene nella nostra scuola dunque non è contato nulla. Le iscrizioni per giunta ci sono, ha sempre avuto una frequentazione eterogenea, abbiamo all'incirca 300 alunni. E' vero anche che c'è stato un calo, ma di là avevano un esubero che non è mai stato fermato. La Capitani è stata la nostra dirigente e da questo punto di vista siamo contenti. Fa male e abbiamo fatto questa manifestazione perchè non doveva passare nel silenzio. Oggi ci siamo tutti, anche quelli delle elementari del Canaletto, anche loro sono preoccupati. Tre anni fa hanno spostato la segreteria, l'anno scorso abbiamo perso la dirigente perchè ne hanno nominato una nuova? "
Per quanto riguarda i posti di lavoro è a rischio la segreteria amministrativa, gli assistenti scolastici e una classe. Ora cosa potrebbe succedere? Verranno scorporate le due scuole per l'infanzia su un istituto e con la secondaria su un'altra. "Mia figlia è già qua - ha detto una mamma - e vorrei iscriverci anche l'altro mio figlio. Questa situazione mi rammarica, perchè la Mazzini ha una sua specificità e vorrei capire cosa c'è realtmente dietro a questa scelta. Io non credo solo alla Spending review, c'è dietro una ragione politica. Lo vorrei sapere come madre". Un membro dell'assistenza amministrativa ha raccontato: "Rischiamo di perdere dei posti. Non sapremo cosa ne sarà di noi e io sono 17 anni che lavoro qui".
La dirigente dell'Isa 6 Francesca Del Santo ha spiegato: "Sono qui a dimostrare la vicinanza e la comprensione nei confronti del personale, degli alunni e delle famiglie che hanno dato fiducia a questa scuola. Oggi però vedono intettormpersi una storia pluridecennale, oggi si chiedono francamente il perchè".
La Mazzini e la Pellico sono due scuole storiche della Spezia, sin da tempi immemori la vicinanza e la competitività tra i due istituti ha fatto si che tra le due nascessero obiettivi e offerte differenti. Tutto ciò che è stato costruito in decenni, sparisce con una serie di calcoli, una firma in un foglio e per il piano di ridimensionamento scolastico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

"Non vogliamo essere pellicani"
L'altra faccia del cartello


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure