Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Gennaio - ore 14.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

L'Immacolata 'capolavoro' della Grazia

L´Immacolata ´capolavoro´ della Grazia

La Spezia - Venerdì scorso, solennità dell’Immacolata Concezione di Maria, com’è antica tradizione della diocesi il vescovo Luigi Ernesto Palletti ha celebrato la Messa solenne nella chiesa abbaziale di Santa Maria Assunta alla Spezia, “chiesa madre” della città capoluogo. Il vescovo ha concelebrato con l’abate monsignor Ilvo Corniglia e con altri sacerdoti. All’omelia, si è soffermato anzitutto sul significato teologico e liturgico della solennità. “Come ogni anno – ha detto in particolare Palletti – sembra opportuno ravvivare il contenuto fondamentale della solennità che stiamo celebrando. Maria è l’Immacolata, ovvero Colei che non è stata mai toccata da nessun peccato e tantomeno da quello originale. Questo è avvenuto in previsione della Sua particolare vocazione ad essere la Madre del Salvatore, il Signore Gesù. Ciò non vuol dire che Maria non abbia avuto bisogno della redenzione del Cristo, come ogni altra creatura, bensì che in Lei questa si è compiuta per preservazione dal peccato, in previsione dei meriti di Cristo. Siamo dunque di fronte ad un vero e proprio capolavoro della grazia di Dio”. Il vescovo ha poi proseguito la sua omelia riferendosi al testo del Vangelo di Luca proclamato poco prima nel corso della Messa: “Il brano evangelico appena letto ci porta al momento dell’annunciazione dell’Angelo, con il sì pronunciato da Maria. Un sì con il quale, prontamente e generosamente, Maria accoglie su di sé il progetto di Dio, e questo è per noi motivo di una duplice riflessione. Innanzitutto in lei c’è stato un sì stabile, senza ripensamenti né tentennamenti. Un sì che potremo vedere ancora in ogni momento della sua vita, anche nella situazione più difficile e dolorosa, davanti alla Croce del suo Figlio. E’ un sì che manifesta in Maria una presenza di grazia davvero particolare, quella grazia di cui proprio oggi facciamo memoria. In secondo luogo, nella sua risposta generosa e pronta possiamo trovare il modello del nostro aderire a Cristo. Certo, in noi la fragilità e la debolezza lasciata dal peccato si fa spesso sentire, ma alla luce della grazia di Dio siamo spinti ad andare avanti ed a perseverare nel cammino, sicuri che il Signore non ci farà mai mancare ciò che serve alla nostra salvezza”. I canti nel corso del rito sacro sono stati a cura dell’Unione corale della Spezia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Palladino e Mora in rampa di lancio: quale giocatore dovrebbe fare spazio in lista A?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure