Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 24 Gennaio - ore 22.48

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Insulti alla prima infermiera vaccinata in Italia, i colleghi spezzini: "Società alla deriva"

Solidarietà
Insulti alla prima infermiera vaccinata in Italia, i colleghi spezzini: "Società alla deriva"

La Spezia - Le minacce di morte che sono state rivolte a Claudia Alivernini, giovane infermiera che è stata, in quanto tale, la prima vaccinata in Italia domenica 27 dicembre contro il Covid, presso l'Istituto Spallanzani di Roma, sono un caso emblematico della deriva che ha travolto, a seguito della confusione comunicativa, la nostra società.

Si è parlato di infodemia comunicativa, di percezioni sbagliate, si sono tirati in ballo molti motivi, delle paure più profonde evocate da questa ''moderna pestilenza'' come è stato definito il Covid, alla facile possibilità di gridare ovunque il proprio punto di vista.
Una bella libertà che non di rado viene abusata e distorta..

Di fatto, una giovane donna che, per professione è esposta più di altri al contagio viene scelta simbolicamente per partire con la campagna di vaccinazione, e subito si scatena la larga platea dei vari no vax, odiatori seriali, haters e sconclusionati teorici della cospirazione.

E' stata scelta una infermiera, la esponente di una categoria che nello scorso marzo era definita in toto composta da ''eroi'', quando si tratta, semplicemente, di professionisti sanitari che svolgono con sacrificio un lavoro decisivo, centrale, nella Sanità nazionale: lo dimostrano i dati crescenti di contagiati in tutta Italia: e Spezia non è certo una eccezione; per INAIL, la categoria professionale più contagiata da Covid è quella degli infermieri e visto che in molte realtà sono gli unici ad essere presenti H24 vicino ai malati di Covid, si comprende il perché con facilità.

Claudia passa così da eroe a ''malata di esibizionismo'', ''ti chiama il Grande Fratello'', fino al gravissimo ''quando muori...''

Come Consiglio Direttivo dell'Ordine degli infermieri spezzino vogliamo ripetere tutta la nostra vicinanza e solidarietà a Claudia, ed ancora una volta a tutti i colleghi in prima linea nella Sanità pubblica, privata, libero professionale; in particolare ai tanti che si sono contagiati, numeri in questi giorni in aumento anche nello Spezzino.

Nel commentare questo episodio grave, emerge il dato amaro che tante persone, forse per mania di protagonismo, forse per cinque minuti di notorietà, sono pronte a offendere, colpire ed insultare anche chi svolge una professione d'aiuto.

A seguito di questa aggressione, l'Ordine di Roma e la Federazione Nazionale si sono schierati a sostegno della collega con i necessari passaggi a tutela, attraverso i legali dei propri staff.


Ordine delle Professioni Infermieristiche
La Spezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News