Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre - ore 22.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Immatricolazioni mezzi pesanti a picco, ma è boom spezzino dei bus

I dati del centro studi Continental.

Primo semestre 2020
Immatricolazioni mezzi pesanti a picco, ma è boom spezzino dei bus

La Spezia - Da gennaio a settembre 2020 in Liguria le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate del 25,5% rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare le immatricolazioni di autobus sono diminuite del 12,5%, quelle di autocarri per il trasporto merci del 27,4%, quelle di autoveicoli speciali del 12,2% e quelle di trattori stradali o motrici del 34,3%. Questi dati derivano da un’elaborazione del Centro Studi Continental su dati Aci. Pesa su questi dati il blocco delle attività produttive e di trasporto nei mesi del lockdown a causa dell’emergenza Coronavirus.

L’elaborazione del Centro Studi Continental fornisce anche i dati a livello provinciale. In generale, le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate in tutte le province liguri, come dimostrano i dati negativi di Genova (-33,3%), La Spezia (-15,6%), Savona (-14,5%) e Imperia (-12,1%).
Nel comparto delle immatricolazioni di autobus spicca il dato positivo di La Spezia (+600%), che è però accompagnato da una diminuzione del 55,6% a Imperia, del 50% a Savona e del 28,1% a Genova. Sono tutti in calo, invece, i dati relativi alle immatricolazioni di autocarri; si va dal -13,2% di Savona, al -14,1% di Imperia, al -15% di La Spezia per arrivare al -36,6% di Genova. Nel comparto degli autoveicoli speciali le immatricolazioni sono positive solo a Imperia (+2,3%). Anche nel comparto dei trattori stradali, infine, dati positivi sulle immatricolazioni nei primi nove mesi del 2020 sono stati registrati solo a Imperia (+60%).

Da gennaio a settembre 2020 in Italia le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate del 23,1% rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare le immatricolazioni di autobus sono diminuite del 23,7%, quelle di autocarri per il trasporto merci del 24,5%, quelle di autoveicoli speciali del 12,8% e quelle di trattori stradali o motrici del 27,4%. La regione in cui le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate di più è il Friuli Venezia Giulia (-35,2%), con Lombardia (-30,1%) e Toscana (-29,7%) alle spalle. Invece le regioni che hanno fatto registrare le performance meno negative sono Piemonte (-16,7%), Calabria (-12,4%) e Sicilia (-11,8%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News