Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Maggio - ore 14.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il vescovo Palletti introduce alla settimana santa

Il vescovo Palletti introduce alla settimana santa

La Spezia - Si celebra oggi solennemente in tutta la diocesi la festa delle Palme, ricordo dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme, alla vigilia della Pasqua ebraica. Ieri pomeriggio, in Cattedrale, il vescovo Luigi Ernesto Palletti ha presieduto il pontificale alla presenza di numerosi fedeli.
«Entriamo oggi nella Settimana Santa, cuore della nostra salvezza», ha detto il vescovo nell’omelia. Essa ha due estremi, l'ingresso solenne di Gesù a Gerusalemme e la resurrezione, e un centro: il triduo santo, con la crocifissione e morte di Gesù, che realizza l'opera della nostra salvezza.
«E’ una settimana ricca, che ci deve vedere gioiosi, entrando con lui a Gerusalemme. Era visto, quello, come l'anno del Messia, che avrebbe Liberato Israele. E così infatti fu, ma non secondo i progetti degli uomini, ma secondo quelli di Dio».
«Nella prima lettura abbiamo ascoltato la grande parola profectica di Isaia, che già delineava il Messia come qualcuno che doveva soffrire. Sono rimaste parole misteriose fino ai giorni della Passione. Eppure, ci aiutano a capire quanto avvenuto a Gerusalemme. Nella seconda lettura abbiamo visto quale amore ha avuto Dio per noi: ci ha donato suo figlio, che non solo è venuto incontro alle nostre fragilità, ma si è preso su di sé i nostri peccati».
«Viviamo nella Settimana Santa nelle pienezza del progetto di Dio, che non disdegna di prendere la natura umana!», conclude il vescovo. «Oggi entriamo dentro il mistero della crocifissione del figlio di Dio, salvatore di Israele. Sembra una vicenda di odio e oppressione. Ma nei vangeli feriali della settimana troveremo anche pagine di grande affetto. La vicenda di Betania mostra degli amici di Gesù, che, pur nell'ombra, sono presenti. C’è poi il tradimento di Giuda, per trenta denari. Ma é Gesù, che é venuto per la nostra salvezza. Ritagliamo un piccolo spazio quotidiano, la gioia di dire grazie per la redenzione ricevuta, e la gratitudine per essere stati resi partecipi del mistero. Poi viene la luce di Pasqua. Ma non stacchiamo una cosa dall'altra. Accogliamo la Settimana Santa nella pienezza con la quale il Signore ce la consegna e ci chiede di viverla».
In serata il vescovo ha celebrato con i giovani, a Sarzana, la 33ma giornata mondiale della gioventù nelle diocesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News