Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Dicembre - ore 20.43

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

I novant’anni di monsignor Acerbi

I novant’anni di monsignor Acerbi

La Spezia - L’arcivescovo Angelo Acerbi, nunzio apostolico emerito con alle spalle un’esperienza straordinaria in vari paesi del mondo ed in situazioni molto difficili, ha compiuto mercoledì scorso novant’anni. L’arcivescovo titolare di Zella è nato infatti a Sesta Godano il 23 settembre 1925.
Fu ordinato sacerdote il 27 marzo1948 in diocesi di Pontremoli, dove venne incardinato e da dove poi andò a Roma, entrando nella diplomazia vaticana. Il 30 giugno 1974 fu elevato alla dignità arcivescovile da Paolo VI e nominato pro–nunzio in Nuova Zelanda e Oceano Pacifico: un’area vastissima dove il Vaticano non era mai stato rappresentato. Dal 1979 al 1990 fu nunzio a Bogotà, capitale della Colombia, paese cattolicissimo, ma colpito allora da una feroce guerriglia. Così, solo pochi mesi dopo, Acerbi fu protagonista, con altri ambasciatori, di un sequestro durato parecchio tempo, e del quale parlarono i giornali di tutto il mondo. In quella circostanza monsignor Acerbi fu tra i protagonisti della difficile trattativa, mostrando coraggio, abilità e sangue freddo.
Nel 1990, poco dopo la caduta del muro di Berlino, venne trasferito in Ungheria, primo nunzio dopo il periodo comunista, nel corso del quale la Chiesa cattolica era stata duramente perseguitata, con il cardinale Mindszenty costretto a rifugiarsi nell’ambasciata americana. Toccò ad Acerbi riannodare le fila di un’antica e ricca tradizione cristiana, mai vinta dalla persecuzione. In quegli anni, gli capitò di accogliere alla nunziatura con grande affetto e signorilità un gruppo di pellegrini spezzini, guidato dal vescovo Giulio Sanguineti. Da ultimo, fu dal 1997 al 2001 nunzio in Olanda. Ora risiede a Roma, nella Casa Santa Marta, dov’è ospite anche il Papa. Il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti gli ha inviato un telegramma di rallegramenti per questo novantesimo genetliaco. Ai rallegramenti della diocesi uniamo volentieri anche i nostri: «Ad multos annos».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News