Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 28 Maggio - ore 14.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

I forti e le mura, anche questo è turismo

Firmato l'accordo di valorizzazione per Parodi, Montalbano, ex polveriera Caporacca ed ex Batteria Valdilocchi, coinvolti i sentieri che seguono il perimetro della città ottocentesca: "Storia come opportunità per il futuro".

I forti e le mura, anche questo è turismo

La Spezia - Modello Genova ma anche Arte Sella, il percorso in cui natura ed arte si fondono a Borgo Val Sugana. E Spezia, prendendo esempio da due modelli diversi, prova a concretizzare l'idea di un percorso che valorizzi le tante fortificazioni del golfo dei Poeti. Nei giorni scorsi, infatti, il vice Sindaco Cristiano Ruggia ha firmato un importante accordo per la valorizzazione delle “fortificazioni del Golfo della Spezia” (clicca qui). A Genova, il numero due di palazzo civico, ha incontrato Roberto Reggi, direttore Generale dell’Agenzia del Demanio, dal direttore regionale della stessa agenzia Ernesto Alemanno e da Elisabetta Piccioni, Segretario regionale MiBACT Liguria. Un'operazione che definisce strategie e obiettivi comuni dei vari enti per la valorizzazione di beni straordinari in collaborazione con l’Agenzia del Demanio e la Soprintendenza per la fattiva collaborazione.

I forti e trenta ettari da valorizzare. Si tratta di un complesso di immobili del patrimonio storico culturale e infrastrutturale di grande pregio, che può diventare occasione di sviluppo dell’economia legata al turismo, alla promozione della conoscenza del patrimonio culturale assicurando le migliori condizioni di utilizzazione e di fruizione pubblica. Il Comune grazie a questo accordo acquisisce 4 importanti strutture che facevano parte del sistema difensivo collinare: Forte Parodi, Forte di Montalbano, ex Polveriera Caporacca, la ex Batteria Valdilocchi e le mura di cinta di sicurezza dell’Arsenale Militare ottocentesche con relative caponiere. L’acquisizione, a titolo gratuito, da parte del Comune arriva dopo anni di trattativa e alla fine di un iter burocratico che ha visto coinvolta anche la Soprintendenza in quanto beni vincolati e un percorso nella II Commissione Consiliare e del Consiglio Comunale che ha nei mesi scorsi deliberato l’accordo.

Ruggia: "Un passato da riscoprire". "Questa operazione si inserisce nel piano di valorizzazione delle colline che va dalla variante al Puc che impedisce nuove edificazioni, al rilancio dell'Alta via del golfo attraverso il progetto l'Arco e le frecce, al progetto campagna urbana, agli interventi diretti di mitigazione del rischio idrogeologico, alla realizzazione del Parco delle Mura". L’attenzione a questi beni era stata innescata alla fine degli anni settanta da una importante pubblicazione "Fortificazioni nel golfo della Spezia" di Franco Marmori. "Oggi, dichiara Ruggia, dopo diversi decenni si può dire che una parte della storia spezzina concorrerà rigenerata al futuro della nostra città. Queste costruzioni rivestono un importante rilievo urbanistico, architettonico, culturale e paesaggistico e storico. Da capisaldi militari potranno passare ad essere capisaldi civili, possono rivivere con destinazioni d’uso da definire in funzione delle peculiarità dei singoli immobili. Le funzioni potranno essere di carattere ricettivo-turistico, storico–culturale inserendosi anche nel settore del turismo escursionistico, ecc..

Finanziamento nazionale per l'ex batteria Valdilocchi. Una doppia operazione dunque di recupero e di valorizzazione con la realizzazione di ulteriore elemento di richiamo per i turisti. Lo stato di abbandono e degrado di queste strutture fortificate è avanzato e uno degli obbiettivi primari è quello di interrompere questo degrado. Nell’accordo si prevede un investimento minimo annuo per cinque anni di 500 mila euro per la manutenzione delle fortificazioni, in vista di un affidamento in concessione o di una valorizzazione diretta che possa recuperare la funzionalità dei beni. "L'ex Batteria Valdilocchi rientra in un piano legato alle periferie per il quale è stato accordato un finanziamento all'interno dei cosiddetti fondi Por-Fesr" - conclude Ruggia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 






























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure