Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 24 Settembre - ore 14.08

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

I fischi stoppano Restani, poi il virtuoso si prende la piazza | Foto | Video

Acque agitate in Piazza Verdi. Federici: "Sono qua per accogliere le vostre legittime contestazioni".

I fischi stoppano Restani, poi il virtuoso si prende la piazza<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/il-d-day-di-piazza-verdi-2187_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span><span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/videogallery/contestazioni-in-piazza-verdi-1092.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Video</a></span>

La Spezia - Una manciata di cartelli e un coro di fischi hanno accolto l'ingresso del cerimoniere del Comune sul palco allestito per l'inaugurazione di Piazza Verdi. Una ventina (almeno 50 secondo i contestatori) di persone in tutto, tra i quali i consiglieri comunali del Movimento cinque stelle e Giulio Guerri. La contestazione è proseguita sino a quando al microfono non è arrivato il vescovo Ernesto Palletti ed è ripresa per qualche secondo prima che i ragazzi della Pellico iniziassero la loro esibizione, aperta dalle note di Giuseppe Verdi. "Blast" mentaniano del vescovo che, a chi dalla folla ha urlato "Chi ci pensa ai poveri?!", con chiaro riferimento alle cospicue spese del cantiere, ha risposto: "Ai poveri pensa la Caritas".

La contestazione chiassosa è proseguita anche quando sul palco è salito il maestro Paolo Restani, che è sceso dal palco per l'impossibilità di iniziare nel silenzio necessario per la concentrazione. A questo punto Leonardo Pischedda di Artificio 23 ha chiesto il silenzio per poter consentire lo svolgimento del concerto a favore del resto del pubblico - almeno duemila persone -, ricevendo un grande applauso. Ma dal settore dei contestatori si è alzato il coro "Federici fatti vedere!", premiato qualche istante dopo dall'arrivo sul palco del primo cittadino. "Sono qua a disposizione dei vostri fischi e della vostra legittima contestazione", ha detto, ricevendo uno scroscio di applausi e una bordata di fischi, durata però poche decine di secondi. Quando la situazione si è placata, Restani ha preso il suo posto al pianoforte e ha fatto risuonare nella piazza gremita e resa suggestiva dalla proiezione di luci sulla facciata della scuola media Pellico le note di Rachmaninoff, Preludio op. 32. Un fischietto indisciplinato è stato zittito da una botta di "E basta! Testa di cazzo!", mentre pochi altri trilli si sono uditi ai margini della piazza, in allontanamento. Calato definitivamente il silenzio, Restani si è preso Piazza Verdi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Video

30/12/2016 - Contestazioni in Piazza Verdi


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure