Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Marzo - ore 19.06

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Hater denunciato: "Con il risarcimento creerò una borsa di studio"

Domani la presentazione della querela sporta dalla sindacalista spezzina Lara Ghiglione: "Non tollero più gli insulti. In questo caso denigrazione delle parti sociali va di pari passo con sessismo".

"Donne, si torna indietro"
Hater denunciato: "Con il risarcimento creerò una borsa di studio"

La Spezia - Sarà presentata domani la denuncia sporta da Lara Ghiglione, segretaria provinciale della Cgil, nei confronti dell'uomo che lo scorso 28 dicembre l'ha insultata commentando un suo post con un lapidario e vergognoso “Troia”. Non l'unico 'apprezzamento' pesante ricevuto dalla sindacalista spezzina sotto il suo post (che faceva garbata ironia sulla conferenza stampa di fine anno del premier Conte), ma senz'altro quello più pesante e violento, del tutto fuori dall'alveo della anche più elementare, sgangherata e volgare della critica politica. Di qui la denuncia alla Procura della Repubblica della Spezia, curata dall'avvocato Michele Fiore, in cui si chiarisce come l'insulto del prode commentatore nulla possa avere a che fare con qualcosa di legittimo e civile, nemmeno con una critica estremamente corrosiva: solo e soltanto feroce e diffamatoria invettiva.

“Non è una questione personale, sono cose che so gestire anche senza dover arrivare a vie legali – spiega Ghiglione a CdS -. Il punto è che la situazione sta degenerando, è in atto una progressiva denigrazione verso chi fa sindacato caratterizzata da una campagna che racconta falsità su privilegi e pensioni d'oro. Basti pensare alla bufala sulla liquidazione e la pensione di Susanna Camusso – che tra l'altro non è in pensione – circolata nei giorni scorsi. Verso sindacati e sindacalisti sta montando un odio sociale artato. Un moto in cui qualcuno cade in buonafede. Altri invece lo alimentano in maniera scientifica e strumentale. Giusto quindi reagire denunciando per arginare questo processo”.

Nel caso specifico, poi, non si può ignorare la truce carica sessista dell'insulto. “Sì, qua alla denigrazione delle parti sociali si aggiunge il sessismo – continua la segretaria -. Se sei donna e fai politica o sindacato, per mostrare il mio disaccordo ti offendo con epiteti sessisti: anche basta! E' un fenomeno inaccettabile che si inserisce in quella spinta all'indietro, che sta riprendendo piede, rispetto alle conquiste fatte dalle donne nel corso degli anni”.

E dal letame social nascono i fior. “Quest'azione legale ovviamente non la faccio per soldi – conclude Ghiglione -. Se il giudice riconoscerà un risarcimento nei miei confronti, lo destinerò in beneficenza, ad esempio creando una borsa di studio per un giovane che non può permettersi gli studi universitari. E in futuro sono pronta a denunciare ancora in caso di insulti, usando eventuali risarcimenti sempre a scopo benefico e... a tema: quindi se mi insulteranno per un post sui migranti, darò i soldi alle ong. Devo dire che, da quando ho pubblicamente annunciato la querela, nessuno si è più permesso di venire a insultarmi sui social. Ci tengo a precisare che le critiche, anche serrate, non sono un problema, anzi: a volte aiutano a riflettere. Non credo di avere la verità in tasca. Ma le offese non le tollero e non le tollererò più”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News