Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Novembre - ore 22.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Gatti randagi e colonie mai censiti in 18 anni, Giorgi vuole mapparli tutti

Il Comune pensa ad una strategia per trattare il fenomeno, tra sei mesi Asl subentrerà per le sterelizzazioni. I volontari sono in affanno.

almeno un centinaio di randagi
Gatti randagi e colonie mai censiti in 18 anni, Giorgi vuole mapparli tutti

La Spezia - Non esiste un censimento dei gatti randagi del territorio spezzino nonostante una legge del 2000 lo richiedesse. E' quanto emerso dalla conferenza dell'Osservatorio regionale dove l'assessore Giulia Giorgi è intervenuta come Comune capofila della conferenza dei sindaci.
C'è la percezione delle criticità sul territorio spezzino, che conta approssimativamente un centinaio di gatti randagi curati dalle colonie e dai volontari di diverse associazioni e privati cittadini, però a seguito dell'ultimo punto della situazione per l'assessore Giorgi serve un confronto con le realtà che seguono questi animali senza casa.

"Dall'anno prossimo sarà Asl a curare la sterilizzazione di questi animali - ha detto in un incontro organizzato per oggi a Palazzo civico con associazioni, volontari e privati cittadini- ma nel mezzo è un nostro dovere avere una mappatura delle necessità di queste colonie delle quali al momento non abbiamo un numero preciso. Solo voi potete fornirci questi dati, perché voi li seguite costantemente e avete il polso della situazione. Noi dal canto nostro metteremo a disposizione i nostri uffici ed eventuali fondi".

La consigliera comunale Federica Paita ha fatto appello alle presenti di collaborare: "L'ultimo censimento è stato fatto nel 2000 e l'obiettivo in questa fase deve essere la collaborazione. In 18 anni ci sarebbe stato tutto il tempo per capire quanti randagi ci sono sul territorio, ma non è stato fatto. Prima che subentri Asl possiamo fare molto. Serve sapere quante colonie sono presenti sul territorio, quanti maschi e femmine, quanti sono sterilizzati e quanti no. Infine quanti punti cibo ci sono. Avendo le idee chiare è possibile organizzare in maniera puntuale anche le forniture di cibo e quant'altro senza lasciare in affanno chi si occupa delle colonie".

In breve le prime criticità Non sembra ma alla Spezia ci sono diverse colonie, due gatti ne costituiscono una. Tra Via XXVI Marzo e Castello San Giorgio ne erano presenti 23 e sono scesi a 17. Altri due vivono nella zona di Piazza Brin. Non è facile mantenerli soprattutto per chi non è legato a un'associazione ma anche per loro non è semplice. Che servano aiuti anche a livello di "personale" è il coro unanime che si è sollevato tra le presenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News