Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Gennaio - ore 11.48

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Due giorni gialli e due arancioni, ecco cosa si può fare sino a domenica

Da lunedì si ritorna alla colorazione su base regionale. Nel frattempo ci aspetta un "prolungamento" delle misure nazionali per le festività.

Istruzioni per l'uso
Due giorni gialli e due arancioni, ecco cosa si può fare sino a domenica

La Spezia - Concluse le festività contraddistinte da giorni rossi e giorni arancioni, cambiano i colori e i criteri. Dapprima, per le giornate di oggi e domani e poi per quelle sabato e domenica, ci sarà ancora uniformità su tutto il territorio nazionale, quindi, dall'11 ogni regione assumerà la sua colorazione in base ai dati che emergeranno dal monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità e del ministero della Salute.

Oggi e domani: giornate gialle
Il 7 e l’8 gennaio saranno gialli, quindi spostamenti liberi ma all’interno della propria regione, sia pure con mascherina obbligatoria e distanziamento. Saranno aperti i bar e i ristoranti fino alle 18. Dopo quell’orario si potranno solo acquistare cibo e bevande da asporto — con il divieto di consumarli nelle adiacenze del locale — oppure chiedere la consegna a domicilio. Sono aperti anche i negozi e i centri commerciali. Gli spostamenti saranno liberi fino alle 22.

Sabato e domenica: giornate arancioni
Il 9 e 10 gennaio tutta Italia sarà in fascia arancione. Vuol dire che gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 (con autocertificazione) ma è vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici.


La deroga per fare visita ad amici e parenti
Dal 7 al 15 gennaio è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, all'interno del proprio comune di residenza, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le 5 e le 22, e nei limiti di due persone, "ulteriori rispetto a quelle già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale" e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

I piccoli comuni
Restano consentiti gli spostamenti dai comuni «con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini». La deroga non consente però di raggiungere i capoluoghi di provincia.

Le fasce dall’11 gennaio
Dall’11 gennaio scatta nuovamente la divisione in fasce. Sulla base del monitoraggio settimanale - che sarà esaminato dall’Istituto superiore di sanità domani, venerdì 8 gennaio - si deciderà quali regioni saranno in fascia gialla e se ci sono regioni che devono passare in fascia arancione o rossa. Per la prima volta si applicheranno i nuovi parametri validati ieri sera dal Comitato tecnico-scientifico.

Le nuove soglie Rt
Secondo i nuovi criteri, quando una regione ha l’indice di trasmissibilità pari a 1 entra in fascia arancione. Se è pari a 1,25 entra in fascia rossa. In entrambi i casi si è deciso di abbassare la soglia di 0,25. "Questa nuova classificazione è stata condivisa da tutte le regioni perché tutti siamo d’accordo sulla necessità di far scattare immediatamente le misure più restrittive quando si va oltre l’1", ha chiarito il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia prima di entrare a Palazzo Chigi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News