Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Novembre - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Dramma povertà, in dieci anni più di 100mila persone alla Caritas

Chi si rivolge alle strutture e di quali servizi necessita. La locanda del buon samaritano ha offerto 178mila notti.

numeri che fanno paura
Dramma povertà, in dieci anni più di 100mila persone alla Caritas

La Spezia - In un solo anno Caritas e le associazioni ad essa collegate hanno aiutato ventimila persone. Questo dato si riferisce solo al 2017 per un totale che supera quota centomila nel decennio che va dall'inizio del 2008 alla fine del 2017. Tutti i dati del report sono stati presentati questa mattina nel salone San Francesco di Sales, di Tele Liguria Sud, in occasione della 31° giornata contro le povertà fortemente sostenuta da Papa Francesco.

Nell'approfondimento fornito da Caritas emergono temi delicati come quelle delle dipendenze soprattutto dal gioco d'azzardo, la disgregazione delle famiglie che sempre di più hanno bisogno di pagare le utenze e la precarietà soprattutto per i pensionati che negli ultimi anni sono ospiti praticamente fissi delle mense oppure ricevono pacchi alimentari. Il dato negli ultimi quattro anni si è stabilizzato e il picco si è registrato tra nel 2012 e nel 2013.
Il profilo di chi si rivolge a Caritas è ben determinato: chi chiede aiuto è in prevalenza uomo, di età tra i 35 e 44 anni (o 45-57 anni), di cittadinanza straniera (57.03%). Se si evidenziano i dati dal 2015 al 2017, si registra un aumento delle donne e una flessione degli uomini pari all’1%, mentre nell’ultimo triennio tra le fasce d’età la più censita è quella tra i 45-54 e notiamo incrementi anche per quella successiva 55-64 anni.

Il profilo anagrafico di chi ha chiesto aiuto nel corso dell’ultimo decennio è il seguente: maschio 53,84 %, di nazionalità straniera 57,03%, di età tra i 35/44 anni 24,42%, residente stabilmente alla Spezia 42,45%, che vive con familiari o parenti 46,62%, coniugato 36,28%, che vive in nucleo di 2/3 persone, disoccupato 52,18%, privo di reddito 18,96% e con alloggio in locazione da privato 15,86%.

Questa mattina i rappresentanti di tutte le realtà legate a Caritas hanno presentato le proprie attività ricordando che dietro a questi numeri ci sono persone che rappresentano uno spaccato sociale importante: circa il 10 per cento della popolazione infatti chiede aiuto alle strutture per avere un aiuto economico, un pasto caldo, degli abiti e talvolta un tetto sulla testa.
"La locanda del buon Samaritano e le strutture dormitorio - ha spiegato Don Luca Palei - hanno fornito in un solo anno 178mila notti con circa 60 persone accolte insieme. Noi ragioniamo nell'ottica dell'accoglienza e della solidarietà come Papa Francesco ci ha chiesto in occasione della giornata contro la povertà. A chiedere soprattutto il nostro aiuto sono anche le persone senza fissa dimora. Ed è grande anche l'impegno degli empori della solidarietà: sono state distribuite dalla loro fondazione 950 tessere garantendo il sostegno di 9.100 persone".
A giocare un ruolo fondamentale, soprattutto nella distribuzione dei pasti, sono le mense della Spezia e Sarzana. I punti si riferimento nello Spezzino sono il convento di Gaggiola che garantisce circa 70 pasti al giorno e Mensa 2000 che dà supporto nelle ore serali con a 80 persone: 30 vengono accolte in sala mentre a 50, per la maggior parte pensionati, vengono distribuiti i sacchetti con il pasto. A Sarzana la distribuzione dei pasti raggiunge quota 110 al giorno.
Innovativa anche l'esperienza della "Colazione con il sorriso" nelle strutture di Via Roma dove vengono offerti i servizi doccia, circa 20 al giorno, e 30 colazioni. Lo scopo di questo progetto è quello di "far sentire a casa" chi un luogo di riferimento non lo ha orgaizzando anche gite e incontro.
Ascolto e incontro sono i temi più cari a chi opera nel volontariato, che per Caritas, è in ripresa. Sull'ascolto è Cometa, di Don Martini, ad addentrarsi in realtà delicate e complesse che vanno a toccare ogni forma di dipendenza. La media di casi particolari che si rivolgono a questa realtà è di 2-3 persone al giorno.
"Questi numeri possono far paura. Tutte le persone che vengono a chiedere aiuto - è emerso dai relatori della conferenza - chiedono di vivere con dignità e noi con i nostri volontari cerchiamo di fare il possibile. Chiedono un lavoro e una casa sul territorio noi siamo presenti con 17 sportelli".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Quali interventi vengono erogati
Cosa chiede chi si rivolge a Caritas e alle strutture
La condizione professionale di chi si rivolge a Caritas


Notizie La Spezia










Solitamente dove acquistate prodotti alimentari?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News