Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Agosto - ore 08.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Differenziata, città e provincia della Spezia sono al top in Liguria

La Regione certifica i dati relativi al 2016: Savona, Imperia e Genova fanno peggio della città del Golfo dei Poeti, e a livello territoriale la differenza è ancora più marcata.

Differenziata, città e provincia della Spezia sono al top in Liguria

La Spezia - La Spezia è il Comune capoluogo ligure che ha staccato la miglior performance di raccolta differenziata nel 2016, con un dato superiore al 50 per cento e il conseguimento di tutti gli obiettivi di riciclaggio. Un primato che si ripete a livello provinciale con un dato arrivando al 53,66% di raccolta differenziata, seguono Savona al 49,43% e Imperia al 38,22%.
La peggiore performance in termini di incremento è stata quella della Città metropolitana di Genova che paga i risultati non positivi del Comune di Genova, sceso al 32,89% dal 34,57% del 2015. Savona progredisce fino al 42,56%, mentre Imperia è stazionaria al 36,89%.

Sono questi i dati certificati dalla Regione Liguria che registra nell'arco ligure la quota del 43,19%, in crescita di quasi 5 punti percentuali rispetto al 38,63% del 2015 e di 8 punti rispetto al 35,90% del 2014. Rispetto ai dati del 2015 si registra inoltre un calo della produzione totale di rifiuti di quasi 34.000 tonnellate.
Salgono a 63 i Comuni liguri che toccano e superano la percentuale del 65% di raccolta differenziata (erano 32 nel 2015 e 16 nel 2014), tra questi Sestri Levante che rimane ancora l’unico tra i comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti.

Nella provincia di Imperia hanno superato la percentuale del 65% di raccolta differenziata: Armo, Bordighera, Molini di Triora, Montalto Ligure, Seborga, Taggia.
In provincia di Savona hanno superato la soglia del 65% di raccolta differenziata: Albisola Superiore, Albissola Marina, Altare, Arnasco, Boissano, Cairo Montenotte, Calice Ligure, Castelbianco, Celle Ligure, Ceriale, Cisano Sul Neva, Cosseria, Dego, Erli, Finale Ligure, Garlenda, Giustenice, Giusvalla, Laigueglia, Magliolo, Millesimo, Mioglia, Murialdo, Nasino, Noli, Ortovero, Piana Crixia, Pietra Ligure, Pontinvrea, Rialto, Stella, Tovo San Giacomo, Villanova d’Albenga, Zuccarello.
In Provincia della Spezia i Comuni più virtuosi sono: Ameglia, Arcola, Carro, Carrodano, Castelnuovo Magra, Follo, Framura, Levanto, Ortonovo, Rocchetta Vara, Santo Stefano di Magra.
Per quanto riguarda la provincia di Genova i Comuni che hanno superato il 65% sono: Bogliasco, Cicagna, Cogoleto, Lavagna, Lorsica, Orero, Pieve Ligure, Portofino, Recco, Sestri Levante, Sori, Tribogna.
Sulla base della legge regionale 20 del 2015 tutti i Comuni che hanno superato il 65% di raccolta differenziata avranno diritto, a partire dal mese di luglio, allo sgravio fiscale per il conferimento in discarica della frazione residua, articolato in fasce di risultato, dal 30% al 70% dell’importo base.
Altri 43 Comuni hanno un tasso di produzione pro capite inferiore del 30% rispetto alla media regionale di 540 kg per abitante e, pertanto, non si vedranno applicare l’addizionale del 20% sull’ecotassa sui conferimenti in discarica dei rifiuti residui.

Per quanto riguarda gli obiettivi di recupero, fissati dalla Legge regionale n. 20 del 2015, per incentivare la corretta gestione delle frazioni riciclabili di rifiuto urbano (carta, vetro, plastica, frazione organico, metallo e legno) con il target del 45% per tutti i Comuni e del 40% per Genova, sono 72 i Comuni “in regola” che non dovranno quindi versare alcun contributo alla Regione per i quantitativi mancanti al raggiungimento della quota minima prevista.
“Cresce dunque la raccolta differenziata in Liguria, grazie anche alle scelte compiute da questa amministrazione che ha voluto stimolare le amministrazioni comunali attraverso la Legge 20 approvata nel 2015, introducendo un meccanismo di premialità per i Comuni virtuosi e di penalizzazione per chi non fa nulla – spiega l’assessore regionale al Ciclo dei Rifiuti Giacomo Giampedrone –. Un andamento positivo che ci avvicina all’obiettivo che ci eravamo prefissati del 45%, allineandoci così sempre di più alle altre regioni italiane”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure