Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Agosto - ore 20.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Dieci secondi di vita, tre Pali e una borgata | Foto

La vittoria del Lerici, le immagini della gara e della festa.

Dieci secondi di vita, tre Pali e una borgata<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/Palio-Senior-2017-2466_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span>

La Spezia - Va in archivio ancora una volta un Palio del Golfo in cui Giacomo Mori e Giuseppe Liberatore arrivavano a bordo dell'armo favorito e hanno lasciato la Morin con il gonfalone di San Venerio tra le mani. Le sorprese sono cosa rara nella prima domenica di agosto, quasi sempre momento di conferme dei rapporti di forza che si sono visti nel corso della stagione.
Ma c'è un motivo che rende il 92esimo Palio del Golfo memorabile. Anzi i motivi sono dieci, come i secondi che l'equipaggio del Lerici, completato da Leonardo Richiusa e Diego D'Imporzano, ha rifilato ai verdi del Fezzano, primi tra "gli altri".
Una supremazia schiacciante, quella dei rossoverdi, partiti tallonati da un Marola che serrava i colpi per stare dietro alla potenza del secondo e del terzo remo lericini, ma che alla lunga ha pagato l'avvio sprint. Il passo dei diavoli è stato però inavvicinabile per tutti: nessuno li ha impensieriti e negli ultimi 500 metri hanno scavato il solco, dando tutto sino alla linea del traguardo.

Ed è lì che la gioia è esplosa senza limiti, con il quarto remo lanciava un messaggio chiarissimo: ora state zitti tutti. Tutti tranne i borgatari di Lerici, che hanno festeggiato il terzo Palio senior della loro storia, dopo quello del 1986 e quello del 2012 (anche questo con Liberatore a bordo). In quel momento un Palio dominato o una vittoria sul filo del rasoio non avrebbero avuto differenza. L'importante era il risultato. Sì, lasciare gli avversari a qualche scafo di distanza è una soddisfazione sportiva, ma nelle vene dei borgatari non scorre l'agonismo, scorre la passione. Il Palio non discende dal canottaggio, ma dalle "gare" per arrivare in banchina tra muscolai e pescatori. Nel corso dell'anno gli atleti si allenano intensamente, con metodi sempre più accurati e scientifici. Ma quello che si chiede loro alla Morin è solo una cosa: dare tutto. Spesso non importa come.
Quei dieci secondi finiscono negli annali, ma ieri per chi era in banchina sono solamente stati i primi dieci secondi di vita dopo che Lerici aveva tagliato il traguardo del suo terzo Palio del Golfo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure