Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Luglio - ore 23.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Dai Buggi alla spiaggia di Fossola in cinque minuti: il tunnel si può utilizzare

Ma tra messe in sicurezza della galleria e del pendìo servono quasi 10 milioni di euro. Piaggi: "Possibile sfruttare una presa d'acqua e ammortizzare il costo. Analizzata: è potabile".

l'esito degli studi
Dai Buggi alla spiaggia di Fossola in cinque minuti: il tunnel si può utilizzare

La Spezia - Sì, si può fare. Portare un trenino all'interno della galleria dei Buggi, sbucare quasi quattro chilometri più avanti alla spiaggia di Fossola, proprio al di sotto del piccolo abitato di Monesteroli, e rendere dunque accessibile uno degli angoli di costa più belli di tutta Italia. Le Cinque Terre "spezzine", quel tratto che ricade nel territorio comunale del capoluogo e che rimane, per cause di forza maggiore, fuori dai grandi flussi turistici. Anzi, di fatto è quasi sempre deserto perché è quasi impossibile da raggiungere dall'alto. Non basta essere bravi camminatori, bisogna essere quasi equilibristi per affrontare la "scala grande" a picco sul vuoto e senza un riparo dal sole battente. E una volta giù, dopo aver goduto di un mare da sogno, c'è tutto il ritorno da affrontare.
Per evitare tutto questo servirebbe un investimento milionario e un cantiere che, se non ci fossero contrattempi davvero seri, non potrebbe durare realisticamente meno di tre anni. E' quanto ha detto oggi l'assessore Luca Piaggi alla commissione lavori pubblici presieduta da Maria Grazia Frijia, radunando i commissari attorno a un faldone che è il frutto di due anni di sopralluoghi, esplorazioni, ipotesi e progetti di fattibilità. Foto, disegni e tanti numeri. "Partiamo dallo stato di fatto: ci sono stati all'interno diversi crolli e fuoriuscite di acqua, ma rimane un’opera molto interessante dal punto di vista ingegneristico e industriale perché è l’unico tunnel che attraversa per intero la cosiddetta Lama della Spezia", ha spiegato Piaggi che è geologo e che in quel passaggio ha messo piede in prima persona.

Scavato negli anni Cinquanta dalla ditta Ferrari, è lungo 3.7 chilometri e doveva essere un canale di scolo per portare le fogne della città a scaricare in mare. Mai rivestito, le sue pareti sono di nuda roccia e sul pavimento ci sono ancora, a tratti immersi nell'acqua, i binari su cui muovevano i carrelli di scavo. Non è mai stato utilizzato. Per fortuna, perché la storia delle Cinque Terre sarebbe potuta cambiare per sempre. Più di mezzo secolo dopo c'è un'idea di come potrebbe finalmente essere usato. Anzi, le idee sono due. "Abbiamo pensato a uno sviluppo turistico, ma anche ad un modo per avere un ritorno economico a favore dell'ente - argomenta Piaggi - A circa un chilometro e mezzo dall'entrata lato città c'è infatti un'opera di presa idrica pensata ai tempi per dare acqua all'arsenale e alla città. Acqua che oggi sfocia in mare, ma che abbiamo fatto analizzare. E' perfettamente potabile e il flusso è molto corposo: dai 50 litri al minuto nei momenti di secca a qualche centinaia di litri nei mesi piovosi".

Scoperte fatte percorrendo a piedi il tunnel. Dal primo ingresso del 2017 organizzato dal consigliere Marco Tarabugi, si è passati a organizzare otto sopralluoghi su coordinamento del Gruppo Speleologico Lunense. La zona più critica si trova dopo 320 metri dai Buggi: una serie di sfornellamenti causati dal crollo del soffitto della galleria con molto materiale da rimuovere. Partendo invece da Monesteroli, si è riusciti a camminare per tre chilometri all'interno trovando solo un'interruzione. Il tunnel, benché abbandonato, non è messo male insomma. "Ci siamo rivolti a un'azienda di sicuro affidamento come la Rocksoil spa per avere un'idea precisa di ciò che avevamo di fronte. Si tratta di un sistema molto delicato perché si passa attraverso una serie di terreni diversi con caratteristiche diversi".
Il succo di tutto questo lavoro sono stime e cifre. "Secondo il prezzario Anas, per renderla percorribile e metterla in sicurezza servirebbe 1.139.000 euro - snocciola Piaggi - Aggiungendo 350mila euro, si potrebbe installare l’impianto per la derivazione idropotabile in modo da portare fuori l'acqua e garantire una redditività annua che stimiamo in 164mila euro. In pratica in nove anni l’intervento si potrebbe ripagare da solo. Questo ci da delle speranze sulla fattibilità".

Sarebbe però solo l'inizio, a quel punto ci sarebbe una galleria non a rischio crollo ma non utilizzabile se non per le condutture dell'acqua. "Ci siamo allora rivolti ad alcuni specialisti che ci hanno fatto un progetto di fattibilità in merito all'ipotesi di renderla percorribile - continua- Per installare un trenino monorotaia il costo è di 2.9 milioni di euro circa. Per renderla invece una strada ciclopedonale andrebbe aumentata la sezione attuale e il costo lieviterebbe fino a 4.3 milioni. Queste sono cifre che andrebbero sommate a quelle di cui parlavamo prima".
Messa in sicurezza, presa dell'acqua potabile e trenino costerebbero sui 5 milioni di euro. Questo includendo anche la costruzione di una nuova galleria di derivazione nella parte terminale per sbucare in vista della spiaggia di Fossola. Il tunnel attuale finisce sotto l'abitato di Monesteroli in un punto a strapiombo sul mare, ben scomodo per far scendere dal convoglio i turisti. Una volta arrivati dall'altra parte, i problemi non sarebbero peraltro affatto finiti. "La spiaggia di Fossola è meravigliosa - spiega l'assessore -, però è minacciata da una serie di frane e crolli potenziali. Per metterla in sicurezza rinforzando il pendìo sovrastante con reti, paramassi, bonifiche e disgaggi sul pendìo il costo stimato sarebbe di 3.5 milioni".

Realisticamente si arriverebbe con una certa facilità a 10 milioni di euro per mettere insieme tutti questi interventi. Ma anche per creare un'attrattiva unica in Italia e probabilmente in tutta Europa. “Non sono cifre risibili per un Comune come il nostro - conclude Piaggi - A parer mio l’investimento di messa in sicurezza della spiaggia dovrebbe essere fatto a priori, perché funzionerebbe da presidio per tutto l’areale. Il resto potrebbe essere pensato a scaglioni. Le risorse sono ovviamente tutte da reperire se si vuole andare in questo senso, questo è solo un primissimo passo. Ma intanto sappiamo che si può fare. Le tempistiche? Un anno e mezzo di tempo-cantiere, ma si deve tenere conto del fatto che nei mesi di pioggia la falda si alza e il tunnel si allaga: di fatto ci si potrebbe lavorare solo da maggio a settembre".
Generale l'apprezzamento dei consigliere per la prospettiva. Marco Raffaelli però da parte sua ammonisce: “Essendo quella di Monesteroli una zona protetta dall’Unesco bisogna andarci piano. Renderlo troppo facilmente accessibile potrebbe stravolgere quel tratto di costa”. L'assessore Piaggi fa presente come sarebbe facile istituire un numero chiuso, essendo il trenino l'unico mezzo per raggiungere la spiaggia di Fossola. Donatella Del Turco chiede di non chiamarla "spiaggia degli spezzini" perché il problema della scarsità di sbocchi al mare per la città rimarrebbe. Infine Massimo Caratozzolo si concentra sulla difficoltà di trovare una cifra così alta e propone: "Mi rivolgerei all'Europa e alla Regione e perché non pensare anche ad una campagna di crowdfunding? Penso ci sarebbero molte persone interessate a partecipare ad un progetto simile anche al di fuori della città".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La galleria Buggi-Monesteroli
Tarabugi e Costa dentro la galleria dei Buggi


Notizie La Spezia































Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News