Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Settembre - ore 14.25

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Curiosi e divertiti, gli spezzini invadono Piazza Verdi | Foto

Gli spezzini non sono voluti mancare al taglio del nastro della discussa piazza. CDS tra la gente che racconta: "Un bel progetto per una bella città"

Curiosi e divertiti, gli spezzini invadono Piazza Verdi<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/inaugurazione-piazza-verdi-2188_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span>

La Spezia - Da oggi la città non sarà più la stessa. Forse gli spezzini l'hanno capito. Favorevoli o contrari c'entra poco, la verità è che dalle 17.30, o giù di lì, del 30 dicembre Piazza Verdi ha smesso di essere un cantiere ed è diventata a tutti gli effetti la nuova piazza della città, nonostante manchino ancora degli elementi.
Passeggiando sotto i portali quando gli ultimi raggi di sole si ritiravano dalla piazza, i volti dei curiosi sembravano rilassati e divertiti. Dopo tanti discorsi, almeno un migliaio di persone si sono presentate all'appuntamento solo per vedere cos'era veramente Piazza Verdi e cosa significa camminare sotto i portali, la parte più discussa dell'intero progetto. E gli spezzini lo hanno fatto, hanno fotografato ogni angolo, ogni portale. In questo lungo pomeriggio lo sguardo non era volto solo alle installazioni di Buren, alle contestazioni e alle risatine di quanti ancora forse non credevano che la piazza diventasse realtà. Piazza Verdi è stata letteralmente invasa dalla gente, che si è fermata anche a guardare le vetrine che negli ultimi quattro anni sono state messe a dura prova dai lavori. Questo è solo il primo timido segnale di quello che potrebbe accadere da questa sera. Ma oggi e domani saranno i giorni della festa e del veglione di San Silvestro ed è il caso che la parola adesso passi agli spezzini, che sotto sotto, rimangono affascinati dalla Piazza.
Ed erano in migliaia al taglio del nastro. Tutti imbacuccati per il freddo che si aggiravano tra le fontane gli obelischi, le sedute e le panchine. E sono proprio quest'ultime le più frequentate all'apertura della Piazza. Poi le luci, la curiosità, la musica e le note di Restani hanno fatto il resto.
"Ora è bella, moderna - racconta Francesca -. Andava Svecchiata. Sulla giornata di oggi penso che questa sia una data importante, non ricordo un altro evento, oltre all'inaugurazione di Piazza Europa, della stessa portata".
"E' bella, sì, ma gli archi proprio stonano con l'architettura di dell'intera piazza - spiega Anna Maria -. Il gusto è personale e non nego che qualcosa andasse fatto per questo presidio. Magari qualcosa di meno "forte" sarebbe stato meglio. Speriamo che comunque possa attirare i turisti".
Per la signora Giuliana è inevitabile il paragone con altre realtà, ad esempio Parigi. "La mia prima impressione? La piazza, così, oggi e in questo modo, fa vivere un'esperienza davvero particolare. Non si può non pensare alle contestazioni ma non possiamo non pensare ad esempio alla piramide di vetro di Parigi al Louvre. Sicuramente anche in quell'occasione ci saranno state discussioni, ma bisogna entrare a contatto con una nuova percezione dell'arte dove il moderno si fonde con la storia. Io non me la sento di giudicare di aver affrontato la spesa di milioni di euro, perchè è evidente che chi ha portato avanti questo progetto ci credeva. L'intera piazza è d'effetto è bella la parte dei portali. Ho capito meno la parte le vasche con gli obelischi".
Per godersi meglio la piazza, o forse per vedere l'effetto che faceva sedersi su una panchina di Piazza Verdi, i curiosi si davano il cambio tra passeggiate e pause. Ed è proprio nella pausa che CDS ha incontrato un apicultore, un architetto e un tecnico, tre amici provenienti tra tre regioni diverse e che sono venuti a vivere alla Spezia. Fabiola, Danilo e Maurizio
"La piazza mi piace - spiega Fabiola, l'architetto - perché è uno spazio restituito alla città. E' bellissimo il progetto, io non sono spezzina ed è forse per questo che non riesco a comprendere pienamente il dibattito sugli alberi e di come era lo spazio in precedenza e per i colori scelti per i portali. Non ho probabilmente lo stesso coinvolgimento emotivo di chi è nato qui, ma da architetto lo trovo un progetto bello per una città bella. E insieme al recupero di Piazza Europa è evidente che sta recuperando degli spazi. Questo per il centro è fondamentale ed è altrettanto importante che questa piazza sia mantenuta così bella, perché ha delle particolarità da gestire dal verde all'acqua al timore che gli archi possano essere danneggiati".
"Io ricordo com'era prima Piazza Verdi - racconta Danilo, il tecnico - è sempre stata bella, ma ora è molto diversa. A me piace, ci sono degli elementi che magari possono non piacermi per gusto personale. Ma va apprezzato il fattore novità. Forse dobbiamo solo abituarci".
"Mi piace molto - chiude Maurizio, l'apicoltore -. E' molto bella, l'inserimento degli elementi moderni che si sposano con una realtà più datata mi affascinano e li giudico positivamente".
L'accoglienza a questo punto sembra abbastanza positiva, ma la prova del fuoco sarà il 31 dicembre con il concertone di San Silvestro. Da oggi intanto tutto il resto è storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure