Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Febbraio - ore 19.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Confedilizia contro la Soprintendenza: "Linee guida su facciate e superbonus sono errate"

Facciata

La Spezia - "Con un comunicato peraltro privo di data, ma trasmesso in queste ore dai Soprintendenti della Liguria a tutti i Comuni della Regione e agli albi dei professionisti (geometri, architetti e ingegneri), la Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio delinea delle “Linee di indirizzo per gli interventi su edifici sottoposti a tutela ai sensi del Codice dei Beni Culturali Parte II e III, e sull’edificato con valore storico e documentale ai fini dell’applicazione della Legge 27 dicembre 2019, n.160 (c.d. bonus facciate 90%) e Legge n.77 del 17 luglio 2020,art. 119 (c.d. superbonus 110%)”. In queste linee di indirizzo che consigliano l’inapplicabilità dei benefici del 110% o del 90% delle facciate, la Soprintendenza per evitare che i “cappotti ai fabbricati” possano pregiudicare l’equilibrio architettonico distingue:
- gli edifici vincolati per i quali ritiene contraria l’applicabilità dei benefici di legge (superbonus e 90% facciate) per lesione potenziale del valore del fabbricato ( e questo parrebbe ammissibile anche per disposto normativo art 119 L.77/2020)
- i centri storici anche se non sottoposti a tutela ai sensi del D.Lgs 42/2004 (Parte II) ma ricadenti nelle disposizioni della Parte III Del Codice (in particolare art. 136 c. 1 lett. b) e c)) o altrimenti in ambiti classificati dagli strumenti urbanistici come zone ‘A’ ai sensi del Decreto del Ministero dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n.1444, e questo appare assurdo e gravemente compromettente per molti immobili del centro delle nostre città perché pregiudicherebbe anche in zone tutt’altro che architettonicamente valide e necessitante di interventi , l’applicabilità dei benefici del 110% o del 90% sulle facciate
- gli immobili anche fuori dal centro storico ma riconducibili al periodo pre-bellico i quali “, possono presentare qualità culturali e paesaggistiche che contribuiscono a dar loro un valore artistico diversificato e articolato” . E’ inutile ricordare che utilizzando il verbo “possono” ogni immobile ante 1940 , per quanto brutto rimane vincolato, dato che nel possibile sussiste ogni vincolo, cosa che non avviene usando termini probabilistici o indicando criteri normativi ben precisi". Lo afferma in una nota inviata alla redazione il presidente provinciale di Confedilizia, Luca Damian, commentando il contenuto della comunicazione ricevuta dagli uffici ministeriali.

"In definitiva, se già il legislatore nazionale aveva limitato con gli ultimi chiarimenti le possibilità di applicazione del beneficio, le linee guida della Soprintendenza rendono maggiormente difficile l’applicazione della normativa per il recupero del 110% e del 90% per i centri storici e per i fabbricati ante 1940, peraltro non in base ad un disposto normativo che in materia di tassazione può essere emanato solo dal legislatore nazionale, ma in base ad un criterio tecnico e valutativo indeterminato - sostiene Damian - che secondo i principi del diritto costituisce abuso. Se è nei compiti della Soprintendenza mandare linee guida, ciò che si contesta e che diventa inammissibile è l’ampliamento di oggetto secondo criteri “possibilistici”, non specificati né normati che costituiscono violazione del diritto della proprietà e vero atto illecito rendendo così più confusa la situazione e facendo rischiare di far perdere ai cittadini e ai condomini i benefici di legge possibili per il 2021 e il 2022 del 110% e del 90% delle facciate. Augurandoci che tali linee vengano immediatamente corrette dalla Soprintendenza attendiamo anche una presa di posizione della Regione sul punto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News