Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Febbraio - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Comune ricorre a Università di Pisa per valutare impatto turbogas

Il professor Cristaudo, che è docente ma anche direttore U.O. Medicina preventiva del lavoro, si occuperà di esaminare la Valutazione di impatto sanitario presentata dall'azienda al ministero.

Consulenza da 6mila euro

La Spezia - Il Comune della Spezia ha affidato al professor Alfonso Cristaudo dell'Università di Pisa l'esame della Valutazione di impatto sanitario del progetto Enel per la sostituzione del gruppo a carbone di Vallegrande con un gruppo a turbogas.
Nell'ambito della procedura di Via alla quale l'azienda è stata costretta in seguito al parere negativo dato dal ministero dell'Ambiente alla richiesta di esclusione presentata da Enel, infatti, il colosso dell'energia ha presentato anche la Valutazione di impatto sanitario, che costituisce una documentazione di particolare complessità di cui è necessario verificare la completezza e adeguatezza rispetto le linee guida formulate dall’Istituto superiore di sanità.

Le principali competenze comunali sul progetto riguardano gli aspetti di protezione sanitaria del sindaco in quanto massima autorità sanitaria locale e l'amministrazione avrà 60 giorni per inviare osservazioni dopo la pubblicazione. Ma esaminare la Valutazione di impatto sanitario richiede una professionalità assolutamente specialistica non presente a Palazzo civico e dunque è stato deciso di ricorrere alla consulenza del professor Cristaudo per valutare la completezza e coerenza scientifica del documento e individuare
eventuali metodologie scientifiche atte a definire il reale impatto del gruppo a turbogas.

Il professor Cristuado, che ha già ricevuto il benestare dell'ateneo pisano, è professore ordinario di Medicina del lavoro, all'Università di Pisa e docente di Medicina del lavoro nei corsi di laurea triennali e magistrali di Medicina e Chirurgia e di Igiene industriale nel corso di laurea in Tecniche della prevenzione nei luoghi di vita e di lavoro, direttore della Scuola di specializzazione in Medicina del lavoro dell'Università di Pisa e dell'U.O. Medicina preventiva del lavoro presso l'Azienda ospedaliera universitaria pisana. E' inoltre segretario italiano dell'International commission of occupational health (Icoh), membro del Comitato scientifico della società italiana di medicina del lavoro (Siml), coordinatore nazionale della commissione Formazione, aggiornamento e linee guida della medesima società, oltre che autore di più di 280 articoli pubblicati su riviste italiane e internazionali in materia di medicina del lavoro e salute pubblica e responsabile di ricerche finanziate a livello italiano e internazionale sui temi della medicina del lavoro e della salute pubblica.

L’incarico proseguirà fino al termine della procedura di Via, salvo ulteriore eventuale
necessità di ulteriori approfondimenti sulla materia, e il corrispettivo per la prestazione è stato stabilito in 5.000 euro, oltre Iva al 22 per cento, per un totale di 6.100 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News