Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 05 Dicembre - ore 21.43

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Compie cent'anni e si fa regalare il computer per videochiamare nipoti e pronipoti

Un secolo di vita ai tempi del Covid
Compie cent'anni e si fa regalare il computer per videochiamare nipoti e pronipoti

La Spezia - Una centenaria in più alla Spezia. Bruna Gambassi, residente nel quartiere del Favaro, compie 100 anni e per regalo chiede un portatile per fare le videochiamate con nipoti e parenti lontani. E' nata esattamente un secolo fa, l’8 novembre del 1920, ma lo spirito è quello di una ragazzina.

"Ne ho viste tante nella mia vita: la spagnola ce la raccontavano da bambini, l’asiatica me la ricordo bene. Si stava in casa, mani sempre pulite, alla prima febbre a letto con un bel bicchiere di latte caldo. I rimedi purtroppo erano gli stessi di oggi però, come sono arrivate, allo stesso modo se ne sono andate. E non c’erano i vaccini. Certo - ricorda Bruna - non c’era nemmeno tutta questa informazione, il bollettino dei contagiati, i ricoverati, quelli che non c’è l’hanno fatta... A volte non accendo la tv per non sentire cattive notizie. Però alla mia età non vedere nessuno per giorni è un po’ triste. Mi mancano i nipoti, ne ho sei, e i pronipoti, ne ho dieci, ma anche le amiche che ogni tanto mi facevano visita. Certo, capisco che non vedere nessuno è la cosa migliore per non contagiarsi. Però, visto che i miei nipoti fanno scuola sul computer, ho pensato che se avessi anch’io quello strumento potrei rimanere in contatto. Quando si arriva alla mia età le giornate diventano tutte uguali: se non si ha l’occasione di vedere qualcuno diventano anche molto lunghe. Ho visto anche momenti peggiori come la guerra, avevo vent’anni. Un po’ quello che stiamo vivendo adesso me la ricorda. Ero sfollata a Bigliolo durante la guerra, ho tanti ricordi, non si poteva uscire di casa, ma insieme stavamo bene. Oggi vedo poco affetto tra le persone, a volte non si conoscono nemmeno tra vicini di casa".


Infine la domanda più ricorrente per i centenari: "La ricetta per arrivare a quest’età? Non saprei dirla, però se posso dare consigli direi di non prendere troppo sul serio la vita, sorridere un po’ di più e arrabbiarsi un po’ di meno. Io ho sempre lasciato perdere tante cose e sono arrivata a quest’età, quindi può essere che il segreto per arrivare a cent’anni possa essere proprio avere sempre uno spirito positivo", conclude Bruna Gambassi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News