Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Dicembre - ore 21.25

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Chiude "La Spezia", impero uruguaiano della pasta fondato dagli emigranti

Da laboratorio per gli spaghetti fondato da due manarolesi nel 1938 a attività con trenta punti vendita a Montevideo e oltre.

Chiude "La Spezia", impero uruguaiano della pasta fondato dagli emigranti

La Spezia - Non solo impresa economica ma anche un punto di riferimento culturale nel cuore della capitale uruguaiana. Una storia di emigrazione e di successo, quella della famiglia Bonfiglio-Crovara e dei due fratelli che negli anni Trenta lasciarono Manarola per Montevideo per preparare gli spaghetti. O per meglio dire i fidelìn, alla spezzina. Prima le consegne ai ristoranti della zona, poi, era il 1938, in Libertad y Bulevar Espana era nato "La Spezia". All'inizio un piccolo pastificio di famiglia che sarebbe poi diventato in 75 anni di storia un vero e proprio impero commerciale con decine di punti vendita e 120 dipendenti.
Pochi giorni fa questa storia si è interrotta con la chiusura del laboratorio di oltre mille metri quadrati, dove la pasta targata "La Spezia" veniva prodotta, e dei punti vendita sparsi tra la capitale e l'altra grande città di Maldonado. Pasta fresca ma anche sughi e piatti pronti distribuiti in circa venti punti vendita all'interno di una catena di supermercati, anch'essa fondata da famiglie di italiani immigrati nella prima metà del Novecento. "La Spezia" era diventato negli ultimi anni anche un franchising. Accanto al laboratorio era poi nato uno spazio culturale, aperto all'arte: concerti di musica classica, presentazione di libri, incontri pubblici, mostre.
Dopo la fondazione l'azienda era rimasta sempre in mano a italiani di seconda e terza generazione, espandendosi vertiginosamente. E' così che il nome di una città della costa italiana era diventato sinonimo di cucina e intrattenimento per tanti uruguaiani. Già lo scorso novembre c'era stato un allarme da parte dei dipendenti, poi l'amministrazione controllata e infine le porte chiuse. La maggior parte dei dipendenti sono donne, un grave problema sociale e non solo la fine di una storia imprenditoriale. Tra tre giorni il primo incontro con i creditori della "Cinque Terre SA". Anche nel nome della ragione sociale l'eco della terra da cui tutto era partito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News