Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre - ore 22.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Chiocca (Nursind): "Sbagliato sguarnire G-sat per la Mazzini, serve più personale"

Chiocca (Nursind): "Sbagliato sguarnire G-sat per la Mazzini, serve più personale"

La Spezia - "Sguarnire il G-sat, Gruppo strutturato di assistenza territoriale, per la parziale gestione degli
anziani della Rsa Mazzini: è quanto fa da oggi la Asl5 per risolvere la problematica della struttura. A quanto pare verrà inviata, solo la mattina, un’unità di personale infermieristico appartenente al G-sat, in supporto a chi è in prima linea nella lotta contro il covid. Ci arriva come decisione presa in totale assenza di strategie e di un organizzazione chiara ed efficace a scapito di un servizio già sotto pressione per l’elevata mole di lavoro, soprattutto in questi ultimi giorni, e come sempre a farne le spese sono gli infermieri che vi lavorano: stamane senza alcun preavviso uno di loro è stato infatti dirottato nella casa di cura". Lo afferma Intervento di Assunta Chiocca, segretario provinciale Nursind.
"Dopo la commissione consiliare di ieri per far luce su quanto accaduto nella Rsa, uno tra i dati allarmanti che lo stesso direttore socio sanitario della Asl5 spezzino, ha evidenziato, è stato l’impossibilità di garantire agli anziani della struttura, assistenza infermieristica adeguata: non ci sono abbastanza infermieri nemmeno per coprire i turni e sebbene sia stata fatta una riorganizzazione dell’orario di lavoro, questo non basta per sopperire ad una mancanza che è diventata una vera e propria emergenza sanitaria".
Chiocca parla di "staticità mostrata dai vertici della cooperativa Kcs" e rileva che "solo 4 infermieri stanno lavorando in condizioni estenuanti e rischiosissime per loro e per gli assistiti.
Inviare un infermiere ogni mattina, togliendolo dal G-sat non risolve certamente il problema anzi, ne crea un altro, poiché indebolisce una struttura fondamentale che combatte già di suo il Covid sul fronte territoriale". La strada, per il Nursind, è "reclutare infermieri a sufficienza per affrontare il problema e garantire l’assistenza, è un obbligo morale e professionale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News