Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 24 Febbraio - ore 22.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Casina rossa, anche la terza asta va deserta

L'assessore al Patrimonio, Gagliardi: "La nostra linea è quella di far in modo che i beni non pesino sulle tasche del Comune e che si riesca a valorizzarli al meglio. Faremo il punto lunedì prossimo".

Assegnati solo 4 lotti su 26
Casina rossa, anche la terza asta va deserta

La Spezia - Non tutte le aste riescono col buco, verrebbe da dire. Ma, rimanendo nel campo dei proverbi, si potrebbe parafrasare anche un più semplice "non c'è due senza tre".
Anche la terza chiamata per la vendita all'asta della Casina Rossa del Colombaio, delle ex scuole del Termo, della Residenza dei padri gesuiti e di un'altra ventina di beni di proprietà del Comune della Spezia ha infatti portato all'assegnazione di soli quattro lotti. E nessuno di questi è uno dei tre principali che avevamo segnalato (leggi qui).

Nella fattispecie questa mattina sono stati assegnati i lotti numero 1, 10, 18 e 26 per un importo totale di 178.600 euro, mentre per gli altri 22 lotti non sono state presentate offerte.
Nessuna busta per il lotto più atteso, quello della Casina rossa del Colombaio. A un anno e quattro mesi dal primo incanto l'immobile di Pegazzano questa mattina era in vendita con un prezzo base di 494.500, frutto del ribasso del 10 per cento rispetto al valore di 549mila euro dell'ottobre scorso, a sua volta inferiore del 10 per cento rispetto al prezzo iniziale di 610mila stimato dall'Agenzia del territorio.
Stesso destino per la Residenza dei padri gesuiti e per le ex scuole del Termo che hanno visto calare la richiesta minima rispettivamente a un milione e 995mila euro e a un milione e 12mila euro, senza però trovare possibili acquirenti nemmeno al terzo appello.

Che ne sarà di questi immobili?
"La nostra linea - afferma l'assessore al Patrimonio, Manuela Gagliardi, interpellata da CDS - è quella di far in modo che i beni non pesino sulle tasche del Comune e che si riesca a valorizzarli al meglio. Sulla Casina Rossa farò il punto con la giunta nel corso della riunione di lunedì prossimo. Le ipotesi allo studio insieme agli uffici vanno da un nuovo bando di alienazione a uno per la gestione".
Non è da escludere però che, messe alle spalle tre aste deserte, arrivi a Palazzo civico qualche offerta e che, successivamente alla pubblicazione della proposta, si vada a trattativa privata. Un percorso che sembra in realtà poco probabile, non essendo pervenute manifestazioni di interesse da parte di qualche investitore. Anzi, il mercato immobiliare locale si è mostrato decisamente poco frizzante, con l'assenza di offerte per tutti i lotti di maggiore valore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News