Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 18 Novembre - ore 21.58

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Carisma vincenziano, la festa in Sala Dante

Carisma vincenziano, la festa in Sala Dante

La Spezia - Domenica scorsa in sala Dante, alla Spezia, trecento persone si sono riunite per celebrare i 400 anni dalla nascita del “carisma vincenziano”. E’ stata una vera e propria “festa di famiglia”, che ha unito i bimbi e le maestre della scuola Pia casa di misericordia, le famiglie e i nonni dei bimbi, i giovani vincenziani (i ragazzi dei “sabati della carità”), il volontariato vincenziano, i rappresentanti della cooperativa “San Vincenzo” che gestisce la casa di riposo del Canaletto, i “Preti della Missione”, tanti sacerdoti della diocesi, alcune Figlie della Carità che per anni hanno prestato servizio alla Spezia, amici e collaboratori del passato e del presente, tra cui quelli del consorzio “Campo del vescovo”. Tante persone, un’unica fiamma quella accesa nel cuore dal Carisma Vincenziano. Sono stati proprio i bambini a spiegarlo, all’inizio: “Quattrocento anni fa una scintilla è stata donata al cuore di un uomo, un sacerdote: Vincenzo de Paoli, e quella scintilla ha acceso il cuore di tanti ... quell’uomo comprese che quando Dio ci dona qualcosa non lo fa mai perché il dono resti chiuso nelle mani di uno solo … “. L’intervento di suor Antonella Ponte ha poi permesso a tutti di entrare dentro la storia di Vincenzo, un vero e proprio tuffo in quel 1617 quando si scontrò con la povertà spirituale e poi materiale dell’epoca. Scoprendo così un Dio che si incontra non tanto e non solo alzando gli occhi al cielo, bensì abbassandoli verso la terra … verso l’uomo nudo, affamato, assetato, in carcere … e scoprendo quindi una carità che parte dal basso, che non è assistenzialismo ma promozione umana e spirituale. A seguire, padre Luigi Nuovo, dei Preti della Missione, ha “raccontato” le realtà vincenziane presenti in Liguria e in particolare nel territorio spezzino, ricordando che già nel 1645 i primi missionari giunsero a Genova, inviati da san Vincenzo. Ed ha poi descrittotto i tre ambiti di intervento del “carisma vincenziano”: evangelizzazione e carità, formazione dei sacerdoti, educazione dei giovani. Attraverso canti, video e danze sono state poi lanciate alcune “provocazioni” sulle nuove povertà di oggi, specie su quelle legate al mondo dei bambini, dei giovani e delle famiglie. A tali povertà, anche alla Spezia, le suore Figlie della Carità cercano di rispondere attraverso la formazione scolastica, l’educazione alla carità e percorsi specifici di pastorale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure