Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Maggio - ore 12.12

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Camerini saluta gli spezzini. Lazio: "Lavorerò in continuità" | Foto

Il nuovo comandante del Dipartimento militare marittimo Nord torna alla Spezia dopo sedici anni: "Il Piano Brin deve essere il faro del nostro lavoro".

Camerini saluta gli spezzini. Lazio: `Lavorerò in continuità`<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/La-cerimonia-del-passaggio-di-consegne-2172_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span>

La Spezia - Se il buon giorno di vede dal mattino, quello tra il contrammiraglio Giorgio Lazio e gli spezzini sarà un rapporto ricco di soddisfazioni reciproche. Il nuovo comandante del Dipartimento militare marittimo Nord, che ha ricevuto oggi il testimone dall'ammiraglio Roberto Camerini, ha infatti dichiarato chiaramente l'intenzione di proseguire nel solco tracciato dal suo predecessore per quel che riguarda la collaborazione con le istituzioni locali e con il mondo produttivo.
Gli ordini vengono dall'altro, questo è scontato, ma per le amministrazioni comunali e le aziende avere in riva al golfo un interlocutore disposto ad ascoltare e a cercare soluzioni che portino beneficio anche all'organizzazione e alle casse della Marina è certamente il primo passo verso qualunque risultato.

Una vicinanza, quella tra Marina militare e città, che è diventata sempre più concreta negli ultimi anni. Anche se per alcuni bisogna fare i conti con ancora troppe criticità.
L'ammiraglio Camerini, che resterà alla Spezia per godersi la pensione - rimanendo sempre a disposizione della forza armata -, ha voluto subito rimarcare la forza del sodalizio: "Ci troviamo in questo punto - ha detto di fronte alle autorità e alle truppe schierate in Calata Chiodo, a due passi dal ponte girevole - perché più di ogni altro rappresenta il connubio tra la Marina e la città. E agli spezzini va il mio primo saluto. Tornare qua dopo 25 anni è stato una fortuna: ho trovato una città migliorata, grande spinta verso la collaborazione e la sinergia, elementi che ci hanno consentito di raggiungere obiettivi che coincidono con quelli della città. Molto è stato fatto e molto resta da fare, se le componenti lavoreranno tutte per il sistema città. Oggi, dopo 42 anni di servizio attivo, lascio la Marina, proprio nel giorno in cui, 75 anni fa, sei uomini e tre maiali forzarono il porto di Alessandria, scrivendo la pagina più gloriosa della storia della Marina italiana".

Prima che il microfono passasse al contrammiraglio Lazio, i protagonisti del passaggio di consegne hanno dato vita alla "formula di riconoscimento", con il simbolico e suggestivo incrocio delle sciabole e il successivo avvicendamento al comando.
"Ritorno alla Spezia a 30 anni dai miei primi passi in Marina - ha ricordato - e a 16 dalla mia ultima esperienza qua. Gli ultimi sette li ho passati all'estero e cercherò di far valere questa mia esperienza nel sostenere l'eccellente clima di collaborazione interistituzionale che ho trovato in città. Seguirò tre parole chiave: la continuità con l'opera illuminata del mio predecessore, il consolidamento delle attività intraprese con comandi e realtà istituzionali e produttive locali, e la razionalizzazione delle funzioni logistiche. Un'opera che condurrò in linea con le superiori determinazioni e con le caratteristiche del personale militare e civile del comando Marina Nord".

A suggellare la cerimonia è stato il comandante logistico proveniente da Napoli, l'ammiraglio Raffaele Caruso, sottolineando le "capacità di risoluzione dei problemi" di Camerini, sotto la cui guida sono state realizzate o ovviate importanti attività, dall'alienazione del naviglio, alla firma del protocollo per i beni dell'isola Palmaria, sino a una edizione di Sea future di livello internazionale. Caruso, infine, si è detto convinto che con l'arrivo del comandante Lazio, il timone del dipartimento sia "in ottime mani".

A margine della cerimonia, il nuovo comandante non si è sottratto alle domande dei cronisti.
"In questi mesi di affiancamento ho trovato un ambiente sereno e collaborativo. L'attività di razionalizzazione è importante, anche perché avremo a disposizione sempre meno risorse, con le quali dobbiamo comunque cercare di fare il meglio. Il Piano Brin deve essere il faro del nostro lavoro, e la Scuola allievi operai deve essere uno dei nostri obiettivi principali.
I finanziamenti giunti dal ministero - ha proseguito - sono un segnale importante. Speriamo che si continui su questa strada, anche perché ora l'attenzione è altissima sulla base navale spezzina, soprattutto per gli aspetti tecnologici".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure