Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Agosto - ore 19.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

C'è l'ok al trasferimento della Farmacia croce rossa

Lo sfratto convalidato dal Tribunale è ritenuto caso di "forza maggiore": l'attività traslocherà all'incrocio tra Via Mazzolani e Corso Cavour.

In deroga alla distanza minima richiesta
C'è l'ok al trasferimento della Farmacia croce rossa

La Spezia - Lo sfratto per fine locazione è un caso di "forza maggiore", e pertanto si può andare in deroga alla norma che prevede una distanza minima di 200 metri tra due farmacie. Sono i motivi principali che consentiranno alla Farmacia Croce rossa del dottor Giorgio Turchetti di trasferire l'attività da Via del Carmine 2 al fondo che si trova all'incrocio tra Corso Cavour e Via Mazzolani.
Lo si legge nel documento relativo al trasferimento firmato nei giorni scorsi dalla dirigente dei Servizi sociosanitari Stefania Branchini, indirizzato alla Asl 5, in seguito all'istanza presentata dallo stesso Turchetti.

Si avvia così a conclusione una vicenda che era approdata di fronte ai giudici del Tar della Liguria, proprio perché l'amministrazione spezzina aveva negato l'autorizzazione al trasloco dell'attività a causa dell'eccessiva vicinanza del nuovo fondo individuato rispetto alle farmacie Centrale e Rapallini dr. Bonaschi, che si trovano rispettivamente in Corso Cavour e Via Prione - Piazza Mentana (leggi qui).

Dopo la scadenza del contratto di locazione del 30 maggio del 2017, il proprietario dell'immobile aveva promosso un procedimento di sfratto dinanzi al Tribunale della Spezia che lo ha convalidato il 5 aprile 2018, concretizzando così il caso di "forza maggiore". Una eventualità che il Tar ligure, nel 2006, aveva giudicato come condizione sufficiente per riconoscere la "possibilità di derogare alla distanza minima prevista per legge fra gli esercizi farmaceutici". Più precisamente, sempre secondo il giudici amministrativi della Liguria "...poiché il numero delle farmacie deve essere in rapporto costante rispetto alla popolazione comunale, è evidente che come, nell'alternativa tra la chiusura di un esercizio farmaceutico e la deroga alla distanza minima, la garanzia dei livelli minimi di assistenza farmaceutica previsti direttamente dalla legge contempli necessariamente la possibilità di autorizzazioni in deroga".

Nell'istanza di trasferimento la Farmacia Croce rossa sottolinea la necessità di considerare la già avvenuta individuazione dei locali idonei, che sono già nella disponibilità della farmacia e sono oggetto di un intervento di ristrutturazione, e che "il trasferimento dell'attività della farmacia istante nei locali sopra indicati consentirebbe alla medesima di mantenere l'esercizio della propria attività nell'ambito di competenza e, di conseguenza, di conservare la propria clientela nonché la stessa organizzazione aziendale". E inoltre il fondo di Via del Carmine è già stato richiesto da un'altra adiacente attività commerciale che ha intenzione di trasferirsi e, pertanto, la farmacia istante si trova comunque nell'impossibilità di rientrare in quei locali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News