Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Luglio - ore 17.51

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Asti risponde a Novelli: "Nessun vuoto culturale alla Spezia, i fatti raccontano ben altro"

Botta e risposta tra l'assessore alla cultura la presidente dell'Arci spezzino.

"Sull'estate spezzina è questione di ore"
Asti risponde a Novelli: "Nessun vuoto culturale alla Spezia, i fatti raccontano ben altro"

La Spezia - In merito alle dichiarazioni apparse sulla stampa da parte di Stefania Novelli (clicca qui), Presidente di Arci La Spezia interviene l’assessore alla cultura del Comune della Spezia Paolo Asti : “Non conosco Stefania Novelli che, oltre a rappresentare una realtà portatrice di interessi, si erge a paladina della cultura spezzina. Pertanto la invito fin d’ora ad un incontro, che già avrebbe potuto propormi, in cui potrò ascoltare le sue proposte così come ho fatto con decine di associazioni culturali spezzine e in cui potrò rappresentarle le centinaia di iniziative che hanno caratterizzato l’attività del mio assessorato, e più in generale dell’amministrazione in tema di cultura, turismo, promozione della città. Ad oggi però, me lo consenta presidente, la sua posizione risulta quella di mosca cocchiera di un dissenso che non trova aderenze nei fatti ma solo nella faziosità politica.
L’estate spezzina non è stata abolita, come falsamente scrive pur avendo conoscenza che il rispetto della legge in materia di bandi comporta un iter di assegnazione in corso che si concluderà nelle prossime ore. Contrariamente allo scorso anno, però, l’estate spezzina è stata finanziata senza ricorrere ai fondi di riserva dell’amministrazione e con il contributo di uno sponsor che farà risparmiare 50.000 euro ai contribuenti spezzini.
Da quel che scrive, gentile signora, sembra che lei non frequenti i nostri musei visto che, pur citando una mostra di dieci anni fa forse per sentito dire, non fa cenno a nessuna delle grandi mostre in corso, da “Fantastic Planet – Inferno – Purgatorio – Paradiso” al CAMeC e “Con arte disegno et invenzione” al Lia fino alle precedenti “I marinai baciano e se ne vanno” e “IN(CROCI), dedicata a Giovanni Testori nel venticinquesimo della sua scomparsa che, solo negli ultimi mesi, hanno avuto recensioni importanti dalla stampa nazionale, oltreché tantissimi visitatori e laboratori che hanno regalato emozioni ai più piccoli
La promozione della città passa indubbiamente attraverso la cultura e la presenza del Lia a Tokyo, al National Museum of Western Art, alla mostra “Michelangelo and the ideal body” rappresenta un altro punto di eccellenza raggiunto dal museo e dal lavoro di squadra tra assessorato e dirigenti.
Tanti gli appuntamenti fuori stagione del Teatro Civico che ho avuto il piacere di vedere risultare in sold out, tra questi : Caravaggio e Michelangelo con Vittorio Sgarbi, Note d’Europa con il maestro Uto Ughi, Insomnia di Beppe Grillo, PFM, le due serate di Carlo Massarini dedicate ai Beatles e David Bowie. In ultimo, proprio in questi giorni così da dare una dimensione culturale ancora più ampia, il saggio dell’Accademia Vaganova di San Pietroburgo. Per non dimenticare la presenza di Antonio Salines, tornato a calcare il teatro della sua città grazie a questa amministrazione. Inutile elencare gli eventi al Museo Etnografico ampliando vecchie progettualità e dando spazio a nuove.
Sulla cultura aperta al mondo, gentile signora Novelli, appare completamente disinformata. Non sa o finge di non sapere che la cinquantesima edizione del Festival del Jazz è dedicata a Martin Luther King nel cinquantesimo anniversario della sua morte? La invito fin d’ora il prossimo 28 luglio ad assistere in prima mondiale all’esecuzione della suite che il direttore del festival ha composto appositamente per rendere omaggio al pastore afro-americano e alle letture che Federico Rampini, sì proprio lui, il giornalista corrispondente di Repubblica, darà sui testi di questo simbolo mondiale dei diritti umani, perché sarà scritta una pagina di storia culturale della nostra città a cui sarebbe un peccato che proprio lei mancasse.
Naturalmente, come saprà, il Festival si trasferirà a New York durante i giorni del Columbus Day, partecipando alle celebrazioni della cultura italiana in America e portando nella Grande Mela 5 giovani talenti italiani grazie a un bando sulla cultura i cui fondi sono stati riconosciuti a questo assessorato dal Mibac e da Siae. Insomma, proprio quel vuoto che, talmente rindondante, è finito sulle pagine di USA Today”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Come ogni estate, non c'è un giorno senza sagre. Che ne pensate?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News