Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Settembre - ore 08.42

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Area di sosta dei pullman indecente, la puliscono due guide turistiche | Foto

Due operatori della cooperativa Arte e natura hanno tolto di mezzo spazzatura e aghi di pino dopo che le loro segnalazioni erano cadute per l'ennesima volta nel vuoto.

In Viale Fieschi
Area di sosta dei pullman indecente, la puliscono due guide turistiche

La Spezia - Un'estate non semplice, quella degli operatori del turismo. Con le crociere annullate e i pullman che contano sulla punta delle dita molti dei protagonisti del comparto degli ultimi anni si sono trovati a dover reinventare il proprio lavoro. Qualcuno, però, è andato anche oltre, rimboccandosi le maniche e facendo quello che sarebbe di competenza dell'amministrazione comunale.
"La situazione di degrado non era più tollerabile. Quest'area ha una valenza superiore a molte altre, visto che è il primo impatto che i turisti hanno con la nostra città, il nostro biglietto da visita. E invece è abbandonata a sé stessa". A parlare è Andrea Violi, guida turistica della cooperativa Arte e natura, e l'area in questione è il controviale di Viale Fieschi, quello che è stato specificatamente riservato alla sosta dei bus turistici che sbarcano i viaggiatori che vogliono visitare il centro oppure che si dirigono verso la stazione ferroviaria per raggiungere le Cinque terre. Parcheggi con strisce blu, a pagamento con ticket che vanno dal giornaliero al settimanale.

"Abbiamo segnalato più e più volte la situazione, ma nessuno è venuto a pulire. Così, qualche giorno fa, io e la mia collega Patrizia - prosegue Violi - abbiamo pulito tutta l'area di carico e scarico dei passeggeri. C'era di tutto: da una montagna di aghi di pino alle bottiglie di plastica e vetro, dai brick di tè alle lattine. Oltre a decine e decine di preservativi usati. Insomma, un vero scempio. Senza considerare che lì si avvertono spesso i miasmi del vicino canale... Ma quel che era peggio era di sicuro la montagna si spazzatura che era sparsa ovunque. In poco tempo, lavorando di buona lena, abbiamo ripulito tutto, a dimostrazione del fatto che la soluzione era possibile. Basterebbe inviare una volta al mese una squadra di operatori ambientali per avere una situazione decisamente più gradevole e presentabile".
La soluzione a monte, quella di evitare che si abbandoni la spazzatura per strada, è più complicata da mettere in atto.
"A lasciare tutta quell'immondizia non sono certo i turisti, ma gli spezzini che quando passano svuotano il cruscotto dell'auto o lanciano direttamente i propri rifiuti fuori dal finestrino", commenta con sgomento Violi.

Nell'area, nonostante le rischieste reiterate delle guide e delle associazioni di categoria, non sono mai stati installati i bagni chimici e il fondo stradale è piuttosto dissestato.
"Almeno che sia un'area un minimo curata. Intendiamoci: lo rifarei anche domani, perché credo che sia davvero importante presentare la nostra città nel migliore dei modi. Dobbiamo tutti sentirci un po' più spezzini, e lo dico a prescindere e al di là della squadra di calcio", conclude Andrea, con un tono di speranza e orgoglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News