Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 13 Dicembre - ore 22.26

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Appaltati i lavori per il nuovo ospedale | Foto

Se non ci saranno intoppi il cantiere dovrebbe concludersi nel 2019. Sono 520 i posti letto, per una spesa di 175 milioni di euro.

Appaltati i lavori per il nuovo ospedale

La Spezia - E’ stato siglato oggi il contratto d’appalto per la progettazione e la costruzione dell’ospedale del Felettino. A vincere la gara è stato il gruppo Pessina costruzioni, capofila dell'associazione temporanea di imprese che si è aggiudicata l'appalto costituita insieme a Coopservice e Gruppo Psc. Si tratta dell’atto conclusivo di un iter avviato nel 2009, e ora si apre la fase di realizzazione della nuova struttura che, salvo imprevisti, si concluderà nel novembre del 2019.

Il nuovo nosocomio, che verrà realizzato previa demolizione della struttura già esistente della quale è previsto lo svuotamento all’inizio del prossimo autunno, avrà una forma simile a quattro dita, articolate su otto livelli. La capacità complessiva sarà di 520 posti letto, capaci di fornire alla provincia della Spezia un centro di cura all’altezza delle richieste del territorio: “Abbiamo concluso due ospedali da altri avviati, che sono Albenga e Rapallo - ha spiegato il presidente della Regione, Claudio Burlando, alla conferenza stampa di questa mattina - dopo di che ci siamo occupati di concludere gli atti per farne partire altri due, che sono il Galliera e La Spezia. Quella spezzina è la realtà più carente della Liguria dal punto di vista delle strutture ospedaliere”.
Burlando chiarisce poi, nonostante siano stati tagliati notevolmente i fondi a disposizione, come si sia riusciti ugualmente a trovare i finanziamenti per l’opera: “Siamo riusciti con due scelte complicate a chiudere l’operazione: una è quella di dividere in due parti l’opera fisica e dargli due infrastrutture, e l’altra è quella di aver detto, in un momento di debolezza del mercato immobiliare, che paghiamo parte dei costi quotando il Sant’Andrea 25 milioni”.
“Si tratta di un ospedale a cui mancano finanziariamente solo le macchine - conclude il presidente -. Siamo molto interessati a fare presto perché la fuga di malati che abbiamo alla Spezia è in buona parte dovuta alla carenza di ospedali di una certa qualità”.

Ad aggiudicarsi la gara è stato il gruppo Pessina, specializzato fra le altre cose proprio nell’edificazione di strutture ospedaliere. Il contratto prevede la consegna nel 2019 per arrivare all’operatività nell’anno successivo, ma, ha dichiarato a nome del gruppo l’amministratore delegato Guido Stefanelli: “Speriamo di riuscire a consegnare l’opera prima di quanto previsto dal bando di gara”.
L’intera operazione prevede un investimento di circa 175 milioni di euro, coperti da fondi statali, regionali e dall’Asl 5.
“Nell’ambito operazione è prevista una permuta - sottolinea l’amministratore delegato in riferimento all’acquisizione del Sant’Andrea valutato 25 milioni di euro - che forse ha spaventato gli altri operatori, ma per noi costituisce un’opportunità, visto che il nostro gruppo ha una tradizione nel settore immobiliare, speriamo che il mercato si riprenda”.
Stefanelli ha poi sottolineato di voler al più presto incontrare il sindaco della Spezia: “Cercheremo di creare occupazione sul territorio, le nostre maestranze non le portiamo da Milano, sappiamo trovare in loco realtà in grado di dare valore aggiunto”.

Commissionato da Regione Liguria, ASL5 e Filse, attraverso lo strumento operativo di IRE, incaricata dalla Regione per gli studi tecnici relativi alla nuova pianificazione ospedaliera ligure, il nuovo ospedale è stato progettato da Hopkins Architect ltd, Politecnica Ingegneria e Architettura e da Fabrizio Gemmi, in maniera rispettosa dell’inserimento ambientale e all’avanguardia rispetto agli standard di cura.
Per l’opera sono stati stanziati 175 milioni di euro, dei quali 119 dal ministero della Salute e la parte restante da Regione.
L’ospedale sarà dotato di un’alta offerta di strutture di assistenza, da degenze concepite come spazi continui, flessibili e con solo due letti per stanza. Saranno inclusi un dipartimento di emergenza, un centro congressi, negozi e un ristorante. Il grande atrio costituirà una piazza pubblica coperta, con caffè e negozi, da cui si accederà ai piani superiori con i blocchi ascensore e aree di attesa poste all’esterno dell’edificio. Ai lati dell’atrio centrale, due grandi cortili coltivati connetteranno l’edificio con il paesaggio. L’edificio di otto piani sarà organizzato orizzontalmente: i primi due piani ospiteranno le aree accessibili al pubblico, i successivi tre accoglieranno l’alta tecnologia, mentre i dipartimenti troveranno posto negli ultimi tre piani. Il nuovo ospedale sarà connesso con la nuova radioterapia, un edificio indipendente in fase di conclusione, e avrà 750 posti auto ripartiti tra una serie di terrazze panoramiche.
La progettazione esecutiva sarà avviata subito, seguirà la verifica e l’approvazione da parte di Asl 5.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia








VIDEOGALLERY



Quanto spenderete per i regali di Natale?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News