Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 24 Agosto - ore 00.51

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Anche per il 2019 un calendario che riallaccia le genti liguri e sannite

Anche per il 2019 un calendario che riallaccia le genti liguri e sannite

La Spezia - E’ uscito, come consuetudine da alcuni anni, il calendario ligure sannita realizzato dalla associazione culturale “Cercellus” di Circello in Alto Sannio. A questa località in provincia di Benevento, al confine con il Molise, è legato il ricordo delle popolazioni apuane deportate fra il 181 e 180 avanti Cristo. Una storia lontana nel tempo che ha stimolato una decina di anni fa in alcuni appassionati e studiosi la volontà di rinsaldare i rapporti fra il territorio della Lunigiana storica e l’Alto Sannio. Risale infatti agli anni ‘80 il viaggio del professor Augusto Cesare Ambrosi, uno dei padri della cultura e delle tradizioni liguri – apuane ,a Circello con una delegazione di ricercatori e amministratori pubblici dell’Alta Versilia. Di quel viaggio ormai lontano ma ancora vivo nel ricordo dei giovani di allora che vissero quella particolare e toccante esperienza, come nel caso di Alfonso Tatavitto, presidente della associazione “Cercellus” che ebbe modo di conoscere direttamente il prof. Ambrosi, rimangono alcune immagini che ritraggono particolari della torre Sant’Angelo costruita nel 1272. In località Macchia, a pochi chilometri dal centro abitato, accanto alle rovine della antica colonia romana dei Liguri Bebiani, una targa in marmo ricorda quel viaggio e l’amicizia fra le popolazioni sannita e ligure. Agli Apuani sono dedicate strade e vie all’interno del centro abitato di Circello e nelle vicinanze al pari del coro dell’Istituto comprensivo di Colle Sannita voluto dall’allora preside Davide Nava. Annualmente il coro, composto da numerosi studenti e insegnanti, si esibisce con musiche e melodie che ricordano le tradizioni dell’Alto Sannio accompagnate sempre dall’inno della deportazione degli Apuani che racconta la tragedia di un popolo che ritrova in Sannio le ragioni per continuare a vivere. Un canto di speranza e di fratellanza fra i popoli, profondamente vivo e attuale.
Oltre alle foto di castelli e torri sanniti (in copertina la Rocca dei Rettori di Benevento e accanto il Castello San Giorgio della Spezia) il calendario riporta nei vari mesi i castelli del Piagnaro di Pontremoli, Fosdinovo, Madrignano e Vezzano Ligure con particolari del palazzo Giustiniani e della torre pentagonale.
La realizzazione del calendario si deve al contributo di aziende e attività economiche del Sannio e della Liguria alle quali va il ringraziamento della Associazione “Cercellus” e del Consorzio “Il Cigno” che curano da tempo la realizzazione di questo utile strumento che ci accompagnerà per tutto il 2019.

Il calendario è distribuito unicamente fra gli enti e associazioni che aderiscono alla rete della identità ligure – apuana creata dieci anni or sono in forma gratuita e in numero limitato di copie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News