Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 03 Dicembre - ore 07.33

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Anche il mare può essere alpinismo lento

Il "Pontile"
Anche il mare può essere alpinismo lento

La Spezia - L’associazione Mangia Trekking, da sempre promotrice dell’alpinismo lento, che ha contribuito alla nascita del turismo lento italiano, ed impegnata, in collaborazione con diversi Enti nazionali, regionali e comunali, nel valorizzare i “Cammini tra i Parchi del Mare, delle Valli, e delle Montagne” tra Liguria, Toscana ed Emilia, porta l’attenzione
su uno straodinario elemento culturale del mare. Un luogo o punto di partenza ed arrivo di tanti percorsi della medesima associazione, che dal mare, attraversano le valli e salgono verso le montagne dell’Appennino tosco-emiliano e delle Alpi Apuane. Il “Pontile” una vera e propria penisola e palafitta sul mare. Un luogo storico, connesso con il lavoro in mare dell’uomo. Uno di questi “Pontili” è ancora visibile (per poco tempo), nel Golfo dei Poeti. Nel suo intorno, è cresciuta una famiglia di miticoltori, velisti e canottieri, la quale dal 1889 ad oggi, con sacrifici ed eccellenti risultati, continua a tenere viva la tradizione e cultura marinara. L’associazione dell’alpinismo lento, che ha disegnato tanti percorsi che partono dal “Pontile”, verso le montagne, ma soprattutto verso l’isola Palmaria, il lavoro, e la cultura della “Miticoltura”, desidera portare l’attenzione su questo storico elemento strutturale marinaro, che oggi appare destinato ad essere sacrificato davanti all’avanzare della modernità. Il quale, in un territorio che richiama le sue forti tradizioni marinaresche, mentre viene valorizzato da importanti trasmissioni televisive nazionali, si vede praticamente consacrato alla demolizione. Pertanto l’associazione Mangia Trekking, avanza una sua proposta, affinché il “Pontile” di Eugenio, Nadia, Alberto e Laura, venga smontato, e collocato, ricomposto fedelmente, in un altro sito sul mare, per essere conservato quale Monumento storico del lavoro dell’uomo, delle tradizioni, della cultura e delle genti del Golfo dei Poeti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News