Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Luglio - ore 23.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Allievi del Cisita fanno pratica su Amerigo Vespucci e Nave scuola Italia

Grazie ad una collaborazione con la Marina Militare i ragazzi dei corsi professionali operatore del legno e operatore meccanico hanno fornito lavori di manutenzione sui due storici velieri.

l'esperienza
Allievi del Cisita fanno pratica su Amerigo Vespucci e Nave scuola Italia

La Spezia - Uno scambio all’insegna della cultura del mare e del lavoro: questo in sintesi il resoconto della bella collaborazione tra la Marina Militare e gli allievi dei Percorsi Triennali di IeFP del Cisita della Spezia. Un’iniziativa che ha visto coinvolte alcune classi dei corsi di Operatore del Legno e Operatore Meccanico, che hanno potuto impegnarsi in piccoli lavori di restauro e sostituzione, all’interno di due tra la più celebri imbarcazioni della flotta della Marina Militare Italiana, la Nave Italia e la nave scuola Amerigo Vespucci. I percorsi di Istruzione e Formazione Professionale si ispirano al criterio della centralità dell'allievo e del suo successo formativo, al fine di assicurare ai giovani una proposta dal carattere educativo, culturale e professionale. Prevedono una metodologia formativa basata sulla didattica attiva e sull'apprendimento dall'esperienza, in altre parole su compiti reali. È quindi prevalente la didattica di laboratorio rispetto a quella di aula.
La cooperazione con la Marina è stata, pertanto, proficua sotto molti aspetti, da quelli educativi e formativi, a quelli più pratici, legati alla cura e alla manutenzione di due velieri dal valore storico assoluto. Su Nave Italia, il più grande
brigantino a vela del mondo (61 metri di lunghezza), i ragazzi della seconda Operatore del legno hanno eseguito operazioni di ristrutturazione di alcuni parti in legno, mentre i loro pari età della seconda Operatore meccanico si sono occupati del rifacimento delle basi in metallo dei winch. “Sono stato molto lieto di ospitare a bordo gli studenti del Cisita - afferma il Comandante della Nave Italia Luciano Desideri - ho ritenuto doveroso dargli l’opportunità di vivere un’esperienza in navigazione con Nave Italia per ringraziarli del prezioso contributo fornito col loro lavoro. Questa esperienza è anche in linea con la nostra mission, quella di promuovere la cultura del mare e della navigazione come
strumenti di educazione e formazione”.

Ricordiamo infatti che Nave Italia è il mezzo tramite il quale la Fondazione “Tender To Nave Italia Onlus”, costituita nel 2007 da Marina Militare e Yacht Club Italiano, opera per fornire una formazione a chi di chi lavora a contatto con il disagio, affiancandosi alle strutture a terra quale nodo di scambio di esperienze anche internazionali. Altrettanto importante è stato l’incarico svolto dai ragazzi nel veliero Amerigo Vespucci, “La Signora dei Mari” come viene da molti appellata la più antica imbarcazione della Marina Militare Italiana. Gli allievi della classe prima Operatore del
legno hanno realizzato un portafoto a celle in legno, destinato a impreziosire le pareti di quella che è riconosciuta universalmente come “La nave più bella del mondo”.
“È un quadro-portafoto, con all’interno 12 caselle che ospiteranno le foto dei marinai del mese” racconta l’allievo Samuele Ravecca, uno dei ragazzi che ha partecipato alla costruzione del manufatto, aggiungendo che “è stata una bella soddisfazione poter portare il nostro lavoro in una nave così importante”. Il compagno Mourad Laksikis aggiunge:
“Sono felice di questa opportunità, nella quale ho potuto mettere tutto il mio impegno”. Visibilmente contento della collaborazione il Capitano di Vascello Stefano Costantino, Comandante della Nave Scuola Amerigo Vespucci, nel vedere l’entusiasmo dei ragazzi nell’avvicinarsi alla cultura del mare e della navigazione.

Soddisfatti ovviamente anche i docenti dei laboratori professionali del Cisita, Francesco Buttà, Giovanni Baldiera, Franco Bertelà, maestri d’ascia per la parte della falegnameria, e Andrea Benassi, Emilio Botta e Roberto Lori Petacco per l’area meccanica. Questi i nomi degli allievi coinvolti: Lorenzo Lombardi, Davide Almanzar Amparo, Samuele
Ravecca, Lorenzo Launi, Mourad Laksikis, Nicholas Ballani, Angelo Mario Scremin, Davide Benesperi, Salvatore Lo Cicero, Nalbert Lima, Alessio Buffoni (I° anno Operat. del legno), Dennis Diamanti, Mattia Iemolo, Andrea Casale (II° anno Operat. del Legno), Marco Minniti, Mattia Cozzani, Mattia Pallotti, Salah Farraje, Donato Di Gaetano, Xhulio
Abazi, Franz Begaj, Simone Brandi, Christian Currarino, Davide Di Paola, Rivièr Gonzalez, David Sulceni, Salvatore Sorridente (II° anno Operat. Meccanico).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News