Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Agosto - ore 19.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Alla Spezia il record dei detenuti stranieri, Villa Andreini supera Marassi

I dati forniti dal Sappe dopo l'episodio di sabato mattina parlano chiaro. Il segretario Lorenzo: "La direttrice Biggi e gli agenti della Penitenziaria gestiscono con grandi capacità una situazione non semplice".

"Uno su dieci ha problemi psichiatrici"
Alla Spezia il record dei detenuti stranieri, Villa Andreini supera Marassi

La Spezia - Il sindacato entra in carcere. Dopo il grave episodio di sabato mattina, quando un giovane extracomunitario ha cercato di appiccare un incendio in una cella perché non voleva essere espulso dal territorio italiano (clicca qui per rileggerlo), il sindacato Sappe, rappresentato dai delegati Michele Lorenzo ed Emanuele Frasca, si è recato a Villa Andreini per incontrare la dirigente della casa circondariale, Maria Cristina Biggi,

L'incontro, ha messo in luce i dati relativi alle tematiche del carcere che destano non poca preoccupazione a livello locale e regionale. "Alla Spezia in un anno si sono verificati ottanta episodi definiti critici - ha spiegato Lorenzo ai taccuini di CittadellaSpezia -, sono stati affrontati tutti con grande capacità perché questa casa circondariale è molto seguita, la direttrice Maria Cristina Biggi e gli agenti della Polizia penitenziaria lavorano con dovizia e attenzione in una realtà particolare. Basti pensare che il 10 per cento della popolazione detenuta ha problemi psichiatrici: persone che dovrebbero essere seguite nelle Residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza ma alla Spezia questa realtà non è presente. Altro dato significativo è che l'ottanta per cento di loro segue delle terapie". Le statistiche parlano chiaro: il 67 per cento delle persone ospitate a Villa Andreini è extracomunitario, un dato più alto anche del carcere genovese di Marassi che ne conta il 52 per cento totale".

"Per quanto riguarda gli episodi critici in carcere - ha proseguito il segretario Lorenzo - i numeri sono minimi perché il personale e la gestione riescono a mantenerli sotto controllo. Con la recente legge Madìa però si è assistito a un taglio drastico degli agenti impiegati nelle carceri. La carenza d'organico è forte: attualmente dei 96 uomini che dovrebbero essere impegnati nella struttura se ne contano una settantina".
Il Sappe si è attivato per cercare un confronto con il nuovo governo. "Siamo in contatto con il Ministro Bonafede - ha spiegato - chiedendo maggiore attenzione per tutta la Liguria. Con la perdita del suo provveditorato, traslato a Torino, ha cagionato una serie di criticità. Al Ministro abbiamo chiesto di rivedere l'assegnazione dei detenuti. E' chiaro che questi sono elementi che condizionano sia la vita delle persone ristrette che del personale della Polizia penitenziaria".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News