Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Novembre - ore 14.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Acam Ambiente, sarà sciopero: "Solidarietà alla dipendente licenziata"

L'assemblea dei lavoratori ha approvato all'unanimità la protesta contro il provvedimento dell'azienda. Non si escludono altre forme di protesta.

Il 7 novembre
Acam Ambiente, sarà sciopero: "Solidarietà alla dipendente licenziata"

La Spezia - Mercoledì 7 novembre sarà una giornata intera di sciopero per i lavoratori di Acam Ambiente. Lo hanno deciso i dipendenti stessi, riuniti oggi in assemblea nell'ambito dello stato di agitazione che è derivato dal contestato licenziamento di una donna, colpita dal provvedimento dell'azienda in seguito alla segnalazione effettuata dall'assessore all'Ambiente del Comune della Spezia, Kristopher Casati, e del presidente della società, Gianluigi Pagliari. I due, stando alle dichiarazioni rese da Acam Spa, azienda per la quale stavano lavorando al momento della segnalazione, si trovavano regolarmente in servizio, ma la loro posizione è diventata motivo di discussione anche a livello politico. Quello che i lavoratori di Acam Ambiente contestano con maggior forza sono però le modalità con le quali i vertici di Acam Ambiente e della capogruppo Iren sono arrivati al capolinea nel rapporto di lavoro con la dipendente.

Per questo al termine dell'assemblea alla quale hanno preso parti quasi 150 lavoratori si è arrivati al voto favorevole e unanime nei confronti della protesta proposta da Fp Cgil, Uiltrasporti e Rsu aziendali. Uno sciopero votato anche dagli iscritti della Cisl, sigla che non ha deciso di appoggiare apertamente la manifestazione, pur annunciando nei giorni scorsi che avrebbe preso atto della decisione dell'assemblea, ritenendo però chiuso lo stato di agitazione.
"Fa piacere l'unione di intenti dei lavoratori, anche della Cisl - afferma Marco Furletti, segretario provinciale di Uiltrasporti -, mentre continua a lasciarci sconcertati l'eccessiva e ingiustificata decisione dell'azienda. Un fatto che ha portato grande preoccupazione tra i lavoratori sulle modalità di ingresso di Iren nella realtà spezzina. Se una violazione ordinaria del servizio porta verso il licenziamento senza preavviso c'è da pensare che ci si trovi di fronte a un rischio eccessivo".

"Sosteniamo con convinzione lo sciopero votato all'unanimità dai lavoratori questa mattina in assemblea - prosegue Roberto Palombra, segretario provinciale di Fp Cgil - in seguito al fallimento del tentativo di conciliazione in prefettura. Il nostro unico obiettivo è il reintegro della lavoratrice e non escludiamo anche altre azioni di protesta quali ad esempio la sospensione delle ore di straordinario. Questi sono i confini e gli ambiti in cui intendiamo muoverci, senza chiedere teste ma solo risposte in un’ottica di giustizia e di tutela. Acam è una realtà storica di questo territorio che non ha ancora chiuso i suoi conti col passato. Ci preme ricordare infatti che il travaglio di questi anni ha drammaticamente sancito il fallimento della governance pubblica in questo settore e che gli effetti prodotti sono stati pagati in primo luogo dai lavoratori. Menzioniamo a tal proposito i vari contratti di solidarietà e la ricollocazione del personale che spesso si è ritrovato, senza alcuna formazione, a dover improvvisamente cambiare mestiere passando, ad esempio, dalla progettazione alla raccolta dei rifiuti. Ci spiace constatare come con l’ingresso del privato nella composizione societaria si assista ad una sorta di “amnesia”. Non si può e non si deve dimenticare la storia di Acam. Non può e non deve farlo neppure Iren. Alla società chiediamo l’ennesimo confronto e un ripensamento rispetto al licenziamento".

(foto: repertorio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News